Consulenza o Preventivo Gratuito

Unilav, tempo di restyling

del 29/04/2011
di: La Redazione
Unilav, tempo di restyling
Tra le modifiche che il ministero del lavoro apporterà dalle ore 19,00 del 30 aprile al modello Unilav ci sono i nuovi campi per la compilazione della comunicazione nelle ipotesi di assunzione di lavoratori extracomunitari. Fino ad oggi, alla comunicazione preventiva di assunzione, doveva seguire la predisposizione del modello Q e l'invio entro 5 giorni allo Sportello Unico, questo nonostante la pluriefficacia delle comunicazioni on line.

Nel nuovo modello di assunzione, oltre ai consueti campi relativi al tipo di documento dello straniero, del numero, del motivo del permesso e della scadenza dello stesso, si dovranno indicare anche la sussistenza della sistemazione alloggiativa e l'impegno del datore di lavoro al pagamento delle spese per il rimpatrio. Queste due ultime integrazioni, infatti, che prima mancavano potrebbero rendere superfluo l'invio del modello Q dopo l'Unilav. Sarebbe pertanto auspicabile una circolare del Ministero dell'interno che confermi l'eliminazione del modello Q.

In attesa di una circolare del ministero dell'interno che chiarisca la pluriefficacia del modello Unilav anche nei confronti dello Sportello Unico, permane l'obbligo per il datore di lavoro di trasmettere alla Prefettura-Utg Sportello Unico per l'immigrazione, il contratto di soggiorno su modello Q. Il modello, sottoscritto dal datore di lavoro e dal lavoratore, va predisposto nel caso in cui venga instaurato un nuovo rapporto di lavoro con lavoratore extracomunitario già regolarmente soggiornante in Italia.

In tale contratto vanno indicati dati, notizie ed elementi non contenuti in nessuna altra comunicazione:

  • sussistenza dell'alloggio idoneo;

  • impegno al pagamento delle spese di viaggio per rientro coatto;

  • impegno a comunicare le variazioni;

  • condizioni contrattuali applicate;

  • estremi del permesso di soggiorno.

    La permanenza dell'obbligo dell'invio all'Utg è stata affermata dal Ministero dell'Interno con la circolare n. 465 del 29 gennaio 2008, in attesa delle definitiva abolizione dell'invio con l'inserimento dei dati mancanti nel modello telematico Unilav. Il modello, infatti, contiene una serie di informazioni, finora mancanti che saranno presenti nel modello telematico Unilav solo dopo il 30 aprile a seguito delle annunciate modifiche.

    Il Ministero dell'interno peraltro, già nella circolare n. 465/08 annunciava l'avvio delle procedure per assicurare i necessari adeguamenti del sistema informatico dello Sportello Unico ai fini dell'acquisizione della comunicazione ai Centri per l'impiego in via informatica e l'avvio dello studio per esaminare la possibilità di inserire i contenuti del modello Q nel modello di comunicazione obbligatoria.

    Le altre modifiche al modello riguardano il distacco presso azienda estera, sono stati modificati alcuni campi relativi alle agenzie di somministrazione per il modello Unificato Somm e il modello unificato VARdatori da utilizzare per variazione della ragione sociale del datore di lavoro, incorporazione, fusione, usufrutto, cessione ramo d'azienda, cessione di contratto, affitto ramo d'azienda nei quali andrà inserita la data di inizio del rapporto di lavoro originario. Per quanto riguarda, invece, il modello Unificato Urg, da utilizzare per le comunicazioni d'urgenza, il ministero ha predisposto una distinzione tra le Urg «ordinarie» e le comunicazioni del turismo. Nel settore turistico il datore di lavoro che non sia in possesso di uno o più dati anagrafici inerenti al lavoratore, infatti, può integrare la comunicazione entro il terzo giorno successivo a quello dell'instaurazione del rapporto di lavoro, purché dalla comunicazione preventiva risultino in maniera inequivocabile la tipologia contrattuale e l'identificazione del prestatore di lavoro» (art. 4, comma 2, legge 183/10).

  • vota