Consulenza o Preventivo Gratuito

Una professione utile per il paese

del 27/04/2011
di: La Redazione
Una professione utile per il paese
Un'assemblea degli iscritti che ha evidenziato non solo cifre ma soprattutto importanti contenuti che esprimono valori di forte impegno, perché, come ha sottolineato il presidente Gerardo Longobardi «l'obiettivo che da tempo ci siamo prefissati è quello di valorizzare la nostra professione, rafforzando in ciascun collega l'orgoglio e la consapevolezza di svolgere una professione utile al Paese». L'assemblea dell'Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Roma si è svolta il 18 aprile scorso e oltre a costituire un adempimento è stato un appuntamento che ha rinnovato la coesione della categoria.

Con i suoi 9.767 iscritti l'Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperi Contabili di Roma costituisce una delle realtà più consistenti della categoria, l'incremento degli iscritti nel 2010 è stato dell'1,18% rispetto all'anno precedente.

Gli obiettivi centrati nel 2010 appaiono essere molteplici e tutti hanno posto al centro un deciso ampliamento dei servizi a vantaggio degli iscritti, a cominciare dagli sportelli dell'Agenzia delle Entrate e dell'Agenzia del Territorio attivati presso l'Ordine, sia le iniziative a carattere culturale come la Newsletter settimanale, la Rassegna mensile della Giurisprudenza della Sezione Tributaria della Cassazione, la pubblicazione di studi, saggi e ricerche ad opera sia dell'Ordine sia della Fondazione Telos.

Tutte le grandi questioni, sia quelle centrali che quelle connesse alla professione del commercialista hanno costituito oggetto di accurati approfondimenti affinché gli iscritti possano garantire una preparazione aggiornata sino alle ultime evoluzioni del quadro legislativo. Tra le varie questioni approfondite, la Commissione Fiscalità Locale e Federalismo Fiscale, istituita nel 2009, anche in considerazione dell'attualità dei temi, ha curato un monitoraggio della vicenda legata all'implementarsi del federalismo fiscale. Su questo terreno è stata esaminata la Legge Delega e le situazioni che si potranno determinare con i decreti delegati in corso di approvazione da parte del Parlamento. Le attività si sono articolate: nella redazione e la pubblicazione sul sito dell'Odcec di Roma delle slide “Approccio preliminare al Federalismo Fiscale”.

In una società altamente competitiva, dove tutto avviene in uno scenario globale, la formazione continua costituisce una delle mission fondamentali dell'Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperi Contabili che nell'ultimo anno si è concretizzata in un'offerta formativa di 185 corsi gratuiti, 44 corsi e-learning, 112 corsi a pagamento per un totale di 341 corsi.

«Questo dato», ha osservato il presidente Longobardi, «evidenzia il notevole impegno per consentire agli iscritti di raggiungere agevolmente l'obiettivo triennale previsto dalla normativa». Oltre alla pianificazione ordinaria sono stati organizzati e realizzati singoli eventi, aperti ciascuno a più di 1000 partecipanti e videoregistrazioni sui temi afferenti le materie obbligatorie.

L'attività di studio e approfondimento portata avanti dalle Commissioni al fine di offrire certezze conoscitive agli iscritti hanno penetrato gli ambiti del Diritto Penale Tributario, della Fiscalità internazionale e Diritto Comunitario, delle Imposte dirette, Reddito d'impresa e Operazioni straordinarie, del Processo Tributario, Redditi di lavoro, di capitale, fondiari e diversi.

Di particolare pregio l'attività della Fondazione Telos, presieduta da Giovanni Castellani, che ha portato avanti partnership scientifiche importanti assieme alla riorganizzazione di alcune attività tradizionali, tra cui la realizzazione di un sito web autonomo.

L'obiettivo di far comprendere la centralità della professione del commercialista nel contesto economico e delle imprese è stato conseguito anche attraverso l'ampliamento della rete di rapporti con enti e istituzioni. In questa dimensione assumono rilievo le relazioni con Roma Capitale, il Tribunale, le Agenzie fiscali, l'Inps, le Università. «Le iniziative operative diventate realtà», ha osservato il presidente Longobardi, «sono davvero tante. Costituiscono il risultato di un lavoro di squadra che ha visto coinvolti tutti i Colleghi componenti le diverse Commissioni».

In conclusione Longobardi ha indicato le direttrici dell'azione che andrà a svilupparsi nel 2011, «secondo le linee fissate: maggiori servizi agli iscritti e consapevolezza di svolgere una professione utile, ritenendo sempre valido l'obiettivo di mandato del Consiglio in carica nel quinquennio 2008-2012, essere un ordine autorevole e punto di riferimento della Categoria e delle Istituzioni».

Una completa valutazione, qualitativa e quantitativa, delle risorse e delle professionalità che sono state impiegate al servizio dell'Odcec può essere ricavata dal “Rapporto 2010”, pubblicazione disponibile sia in formato cartaceo che sul sito web (www.odcec.roma.it). Tale pubblicazione riassume in maniera articolata le attività che sono state compiute lo scorso anno dall'Ordine.

vota