Consulenza o Preventivo Gratuito

Il Cnai affianca gli invalidi

del 26/04/2011
di: di Alessia Torello* * Responsabile Caf Cnai
Il Cnai affianca gli invalidi
Gli invalidi civili, ogni anno, sono tenuti alla presentazione di differenti dichiarazioni per attestare la continuità dei requisiti per il diritto alle prestazioni Inps. Da quest'anno l'onere di inviare le dichiarazioni di responsabilità è telematico, e la competenza è stata affidata ai Caf.

Il Caf Cnai si è tempestivamente organizzato per far fronte a questo nuovo adempimento, e a breve verranno stipulate le convenzioni con l'Inps.

Agli utenti interessanti, l'Inps ha inviato o sta inviando, con il plico contenente l'Obis M, una lettera contenente la/e matricola/e necessaria/e per acquisire il/i modello/i Icric-Iclav-Accas/Ps (modalità simile a quella utilizzata per il Red).

Da quest'anno l'istituto ha messo a disposizione dei Caf una procedura per permettere la corretta trasmissione telematica delle dichiarazioni di responsabilità per l'erogazione delle prestazioni assistenziali di invalidità civile, assegno sociale e pensione sociale mediante l'invio dei modelli Icric, Iclav, Acc As/Ps.

Si ricorda che fino allo scorso anno i modelli si presentavano in maniera cartacea alla sede Inps di competenza. Di seguito si riportano alcune nozioni dei modelli citati.

  • Modello Iclav. Gli invalidi civili titolari di assegno mensile, ai sensi dell'art. 1, comma 35, della l. n. 247/2007, sono tenuti a presentare, ogni anno, la dichiarazione di responsabilità relativa alla permanenza del requisito di mancata prestazione di attività lavorativa. Il modello Iclav deve essere compilato fino al compimento del 65° anno.

    Nel modello Iclav c'è una parte riservata alla situazione lavorativa, la quale è richiesta per verificare lo stato di disoccupazione del soggetto. In essa dovrà essere indicato solo il reddito imponibile relativo all'attività di lavoro autonomo, dipendente, lavoratori occupati ai sensi della l. 68/1999 e del dlgs n. 276/2003 (cooperative sociali e convenzioni-quadro) svolta nell'anno 2010 e il valore presunto per l'anno 2011.

    Il cittadino non è obbligato a presentare ulteriore documentazione a riguardo, ma si consiglia, di verificare le certificazioni riguardanti i redditi percepiti (dichiarazione dei redditi/Cud/buste paghe…).

  • Modello Icric. Gli invalidi civili titolari di indennità di accompagnamento sono tenuti, ai sensi dell'art. 1, comma 248, della l. 23 dicembre 1996, n. 662, a presentare ogni anno la dichiarazione di responsabilità relativa alla sussistenza o meno di uno stato di ricovero a titolo gratuito in Istituto.

    Nel modello Icric occorrerà indicare sempre i giorni effettivi di ricovero del soggetto (anche se riconducibile a n. 1 giorno nell'anno). Per i periodi non continuativi occorrerà compilare più righi.

    Di seguito si definiscono le diverse tipologie di ricovero:

  • Ricovero a titolo gratuito

  • Ricovero a titolo non gratuito

  • Ricovero in day hospital

  • Ricovero per motivi di contingenza

  • Modello Icric - indennità di frequenza. L'indennità di frequenza viene erogata fino al compimento del 18°anno. Può essere prorogata fino al termine del corso di studi, nel caso in cui il soggetto al compimento dell'età stia frequentando l'anno scolastico.

    Nel modello Icric -Indennità di frequenza, il soggetto dovrà indicare se è stato o meno ricoverato presso qualsiasi Istituto o ente sia pubblico che privato.

    In caso di ricovero dovranno essere indicati i giorni effettivi e per i periodi non consecutivi dovranno essere compilati più righi. In questa sede non rileva la condizione di gratuità o meno del ricovero, né i motivi per i quali ne è stato disposto.

  • Certificato medico attestante disabilità intellettiva/psichica nei modelli Icric e Iclav. Per i modelli Icric e Iclav sarà possibile acquisire un certificato medico anche se rilasciato dal medico di base (o dal medico specialista), dal quale risulti la gravità della patologia e la natura psichica o mentale legata alla stessa (indicazione diagnostica della disabilità) anche se con data anteriore alla presentazione del modello.

    L'Inps si riserva di chiarire se l'indicazione fornita dalla commissione medica per il riconoscimento della l. 104 sia sufficiente a identificare la disabilità mentale (in alcuni documenti è indicata in maniera specifica la gravità).

    Si ricorda che il Caf deve acquisire e conservare il certificato medico oltre al documento d'identità, in quanto per questa tipologia di soggetti (disabili intellettivi o minorati psichici) il certificato medico è sostitutivo del modello stesso. Nel caso in cui il dichiarante fosse rappresentato da un rappresentante legale (tutore/curatore), il rappresentante può decidere se consegnare il certificato medico o compilare il modello. Si consiglia di presentare il certificato medico che eviterà negli anni successivi di ricevere la richiesta dell'Icric o Iclav.

  • Modello Accas/Ps. I titolari di pensione sociale devono dichiarare la loro dimora o soggiorno all'estero, mentre i titolari di assegno sociale, anche l'eventuale stato di ricovero.

    Nel modello Accas/Ps, nella parte riservata all'indicazione della dimora/soggiorno all'estero occorrerà indicare i giorni effettivi in cui il cittadino si trovava all'estero nell'anno 2010 e quelli in cui ha soggiornato all'estero dal 1° gennaio 2011 alla data di presentazione del modello.

    Occorrerà indicare più righe con riferimento a periodo di tempo non consecutivi. In particolare si fa presente che, per l'erogazione della prestazione, non rileverà la dimora all'estero per un numero di giorni cumulabili inferiori o uguali a 30 nell'arco di un anno solare. Pertanto nel caso in cui per l'anno 2010 la somma dei giorni di dimora all'estero sia inferiori a 31 (minore o uguale a 30) il dato può anche essere omesso.

    Per l'anno 2011 bisognerà invece sempre inserire il periodo di soggiorno all'estero (anche >= n. 1 giorno) in quanto al momento della presentazione del modello non è possibile conoscere l'intervallo relativo all'intero anno solare.

  • Parte riservata ai titolari di assegno sociale - Stato di ricovero. Nel caso in cui il soggetto sia stato ricoverato in un Istituto (pubblico/privato/ in convenzione) con retta a carico del soggetto o dei sui familiari, occorrerà indicare l'importo effettivamente versato. Il cittadino potrà verificare il dato dalla ricevuta/fattura rilasciata dall'istituto.

  • Precisazioni. L'Inps ha inviato o sta inviando ai titolari di Obis M con CF non valicato la richiesta di verificare il CF e l'invito a inviare la comunicazione alla sede Inps territoriale.

    Nel caso in cui il cittadino sia anche interessato dal modello Icric-Iclav e Accas/Ps tale comunicazione non deve essere effettuata perché l'attività di verifica/validazione del CF è presente tra i servizi che il Caf deve erogare. Tali informazioni saranno disponibili all'Istituto una volta effettuata la trasmissione telematica dei modelli;

    - un cittadino può essere interessato alla compilazione di uno o più modelli;

    - in caso di decesso del dichiarante il/i modello/i non deve/ono essere acquisito/i, ma l'erede si deve rivolgere alla sede Inps competente;

    - nel caso in cui il dichiarante non abbia un rappresentante legale (tutore o curatore) e sia impossibilitato alla firma, il Caf deve consegnare il modello al cittadino, tenere copia del modello non firmato oltre al documento d'identità dove si evince l'impossibilità alla firma;

    - è possibile acquisire documenti d'identità scaduti e non rinnovati a condizione che l'interessato dichiari in calce alla fotocopia del documento che i dati in esso contenuti non hanno subito variazioni dalla data del rilascio;

    - considerare l'ospedale, in caso di ricovero, come gli altri Istituti di cura pubblici o privati convenzionati;

    - non deve essere inserito il ricovero per chemioterapia o radioterapia.

  • Conclusioni. Con messaggio n. 7991 del 4/04/2011 l'Inps ha comunicato la scadenza ufficiale per i modelli Icric Iclav e Accas/Ps al 30/06/2011.

    Al contrario, l'Ente non ha ancora comunicato la data di apertura per la trasmissione dei modelli già acquisiti, ma verrà comunicata non appena la presidenza dell'istituto approverà formalmente la convenzione.

  • vota