Consulenza o Preventivo Gratuito

Tremonti-ter con rettifica

del 21/04/2011
di: di Roberto Lenzi
Tremonti-ter con rettifica
Un'azienda che non ha usufruito della detassazione Tremonti-ter per l'esercizio 2009, in quanto al momento della presentazione della dichiarazione dei redditi vigeva il divieto di cumulabilità con il regime di aiuto «certificati verdi», può rettificare la dichiarazione dei redditi e beneficiare retroattivamente della detassazione. Questo è quanto chiarisce la circolare n.10/2011 di Assonime partendo dal presupposto che l'art. 26, comma 3 del dlgs 28/2011 del 3 marzo scorso ha stabilito che il divieto di cumulabilità dei certificati verdi con altri incentivi pubblici di natura nazionale, regionale, locale o comunitaria in conto energia, in conto capitale o in conto interessi con capitalizzazione anticipata, «...non si applica nel caso di fruizione della detassazione del reddito di impresa degli investimenti in macchinari e apparecchiature e di accesso a fondi di rotazione e fondi garanzia». Visto che la Tremonti-ter altro non è che una detassazione relativa all'acquisto di macchinari e apparecchiature, si deduce che si tratti di un aiuto cumulabile con il meccanismo dei certificati verdi.

Il ministero dello sviluppo economico con una pronuncia del 24 agosto 2010 si era espresso in maniera negativa circa la possibilità di cumulare i certificati verdi con la detassazione Tremonti-ter. La decisione aveva aperto la strada a un accesso dibattito, che ha portato il ministero a riesaminare attentamente la questione. L'Agenzia delle entrate nel frattempo è intervenuta a risolvere il dibattito, tramite la risoluzione 132/E del 20 dicembre 2010, con la quale è stata confermata la possibilità di cumulo dei certificati verdi con la detassazione Tremonti-ter, specificando tra l'altro le modalità operative con le quali poter richiedere di usufruire della detassazione anche per l'esercizio 2009, per il quale ovviamente la dichiarazione dei redditi è già stata presentata. Ricordiamo che la Tremonti-ter opera sia sull'esercizio 2009 che sull'esercizio 2010, in quanto riguarda gli investimenti in beni strumentali rientranti nella divisione 28 della tabella Ateco sostenuti dal 1°luglio 2009 al 30 giugno 2010. La risoluzione dell'Agenzia delle entrate specifica poi che le imprese che non si siano avvalse della deduzione ai fini della determinazione del saldo Irpef/Ires per il periodo d'imposta 2009, da indicare entro la scadenza prevista per la presentazione della dichiarazione annuale possono utilizzare lo strumento della dichiarazione integrativa di cui all'articolo 2, comma 8-bis, del dpr n. 322 del 1998 (c.d. dichiarazione integrativa a favore), al fine di avvalersi dell'agevolazione Tremonti-ter. La dichiarazione integrativa deve essere presentata entro il termine di presentazione della dichiarazione dei redditi relativa al periodo d'imposta successivo a quello in cui la deduzione avrebbe dovuto essere operata (pertanto entro la scadenza di presentazione della dichiarazione dei redditi esercizio 2010).

vota