Consulenza o Preventivo Gratuito

Albo dei commercialisti, bonus per i laureati triennali

del 16/04/2011
di: di Benedetta Pacelli
Albo dei commercialisti, bonus per i laureati triennali
Bonus per i triennali iscritti al biennio specialistico. Che potranno essere inclusi alla sezione A dei tirocinanti commercialisti purché siano laureati in una delle classi stabilite nella convenzione quadro stipulata tra il ministero dell'università e Consiglio nazionale dei dottori commercialisti ed esperti contabili 13/10/10). A tornare sulla questione tirocini è lo stesso Consiglio guidato da Claudio Siciliotti che in una nota informativa (26/2011) detta la linea che gli ordini territoriali dovranno tenere per una corretta interpretazione del provvedimento. Fino al prossimo anno accademico, quindi, l'iscrizione come «Tirocinanti commercialisti» sarà consentita esclusivamente agli studenti in possesso di laurea triennale della classe 17 o 28, e iscritti alla laurea magistrale o specialistica nelle classi (Lm 56 o Lm 77, 64/S o 84/S). Tutto questo, spiega il Cndcec , ovviamente, varrà soltanto finché le università non avranno attivato gli appositi corsi in convenzione, molto probabilmente dal prossimo anno accademico 2011/2012. In base all'accordo Miur-Cndcec, infatti, sarà possibile effettuare, contestualmente, laurea specialistica e praticantato anche senza aver conseguito la laurea triennale nella classe 17 o 28. Il possesso del diploma di laurea triennale in un'altra classe sarà valido, a patto che, prima di accedere alle lauree magistrali convenzionate, siano colmati i debiti formativi e venga assicurato il recupero dei crediti. Qualora non siano già compresi nel proprio piano di studi, i futuri professionisti dovranno integrare i corsi con i crediti formativi espressamente indicati nella Convenzione. E quindi dovranno acquisire almeno 24 crediti nell'ambito disciplinare di Economia aziendale, almeno 15 crediti in Economia e gestione delle imprese o Finanza aziendale, Organizzazione aziendale ed Economia degli intermediari finanziari). Per i primi tre anni, questi crediti potranno essere recuperati nel corso di laurea magistrale. L'accordo con il Ministero ha comunque tenuto conto di un periodo transitorio di tre anni per l'adeguamento, da parte degli atenei, dei corsi di laurea ai criteri fissati: per il triennio successivo all'entrata in vigore della Convenzione, i crediti mancanti nel percorso triennale scelto possono quindi essere recuperati dagli studenti durante il biennio di laurea magistrale convenzionata.

vota