Consulenza o Preventivo Gratuito

Reddito dei professionisti dichiarato per cassa

del 16/04/2011
di: Alba Mancini
Reddito dei professionisti dichiarato per cassa
Il reddito dei professionisti, anche se assoggettato a ritenuta d'acconto, va dichiarato secondo il principio di cassa e non di competenza.

Lo ha stabilito la sezione tributaria della Corte di cassazione che, con la sentenza 8626 di ieri, ha respinto il ricorso di un professionista che, per il '93, non aveva dichiarato i redditi effettivamente percepiti, usando il criterio di competenza e non quello di cassa.

In particolare gli Ermellini, interpretando l'articolo 54 del Tuir, hanno affermato che La lettera della norma è chiara e non ammette interpretazioni diverse da quella secondo la quale i compensi vanno sottoposti a tassazione in relazione all'anno in cui sono stati percepiti. Correttamente pertanto il giudice dell'appello ha ritenuto che i « redditi da lavoro autonomo, anche se assoggettati a ritenuta d'acconto, vanno dichiarati secondo il principio di cassa e non di competenza». In sostanza manca una base normativa sulla quale fondare la diversa interpretazione sostenuta dal ricorrente, né tale può essere considerata I'art. 67 del dpr 600/73 che ha introdotto il principio del divieto di doppia imposizione fiscale.

Infatti la disposizione, ricordano i giudici, prece espressamente che «il reddito derivante dall'esercizio di arti e professioni è costituito dalla differenza tra l'ammontare dei compensi in denaro o in natura percepiti nel periodo dì imposta, anche sotto forma dì partecipazione agli utili, e quello delle spese sostenute nel periodo stesso nell'esercizio dell'arte o della professione, salvo quanto stabilito nei successivi commi. I compensi sono computati al netto dei contributi previdenziali e assistenziali stabiliti dalla legge a carico del soggetto che li corrisponde».

Ma non era ancora tutto. A questo si aggiunge, ha infine motivato il Collegio di legittimità, che l'imposta disciplinata ha natura di imposta progressiva e non fissa: ciò comporta che l'aliquota applicabile potrebbe variare passando da un anno all'altro, in virtù del totale degli importi sottoposti a tassazione e che, pertanto, non può considerarsi irrilevante, sotto il profilo delle conseguenze tributarie l'applicazione del principio di competenza in luogo di quello di cassa.

vota