Consulenza o Preventivo Gratuito

Anche l'Anf si chiede online

del 14/04/2011
di: di Carla De Lellis
Anche l'Anf si chiede online
Chi presenta domanda di disoccupazione o di mobilità in via telematica può richiedere anche l'Anf. Il nuovo servizio telematico è illustrato dall'Inps nella circolare n. 66/2011.

Nell'ambito del servizio di presentazione delle domande di disoccupazione ordinaria non agricola con requisiti normali e di mobilità ordinaria da cittadino tramite web, spiega la circolare, è stata realizzata la funzione relativa alla richiesta dell'assegno nucleo familiare (Anf), per consentire la liquidazione della prestazione accessoria unitamente alle indennità di disoccupazione e di mobilità.

Pertanto, il cittadino che presenta domanda di disoccupazione o domanda di mobilità online e che nella «sezione compilazione domanda» richiede l'assegno per il nucleo familiare ha la possibilità, dopo avere completato la domanda, di inserire in appositi pannelli tutti gli elementi necessari per il calcolo dell'assegno per il nucleo familiare.

Dal punto di vista operativo, una volta compilati i dati della domanda di disoccupazione ordinaria o di mobilità ordinaria, se è stato richiesto anche l'assegno per il nucleo familiare, il lavoratore può selezionare il «bottone» per specificare i dati di questa richiesta. Il servizio prevede il prelievo automatico delle informazioni necessarie alla compilazione della richiesta di Anf utilizzando i dati già in possesso dell'istituto. In caso di dati inesatti o incompleti il cittadino può intervenire per la loro correzione. I dati richiesti sono: redditi conseguiti dal lavoratore e dai componenti il nucleo familiare; dati relativi ai componenti il nucleo familiare. Una volta inviata la domanda il richiedente potrà stampare: la ricevuta di presentazione della domanda di disoccupazione ordinaria o di mobilità ordinaria; il modello DS21 telematico; il modello Anf-Prest telematico.

Infine, la circolare precisa che il servizio per i Patronati è disponibile da tempo ed è in costante evoluzione funzionale secondo quanto contenuto nei Protocolli di intesa che annualmente vengono concordati e sottoscritti dall'Inps e dai Patronati medesimi.

vota