Consulenza o Preventivo Gratuito

Casse edili, fissate le paghe convenzionali

del 13/04/2011
di: di Carla De Lellis
Casse edili, fissate le paghe convenzionali
Fissati i nuovi imponibili convenzionali per gli adempimenti nei confronti delle casse edili. Dal 1° marzo, passa a euro 9,29 la retribuzione convenzionale oraria per un operaio specializzato e a 7,47 euro quella per un operaio comune. I nuovi valori, comuni a tutti i contratti collettivi per ogni settore edile, sono previsti nell'accordo del 31 marzo scorso.

Retribuzioni convenzionali. Sono costituite dai minimi tabellari nazionali, dall'indennità di contingenza, dall'Elemento distinto della retribuzione (Edr), dall'indennità territoriale di settore (Its) e dall'Elemento economico territoriale (Eet). I nuovi valori, fissati dall'accordo con decorrenza dal 1° marzo 2011, servono ai fini del calcolo della contribuzione alla cassa edile; per tale, si intendono tutti i contributi per il funzionamento e per il finanziamento delle prestazioni erogate dalle medesime casse edili. Ancora, l'accordo stabilisce che nelle province dove sono stati stipulati contratti territoriali dalle rispettive associazioni territoriali, gli elementi retributivi territoriali imponibili convenzionali da prendere a riferimento per il calcolo dei contributi dovuti alle casse edili devono essere determinati dalle stesse associazioni. E che, invece, nelle province in cui è stipulato esclusivamente il contratto integrativo, gli elementi retributivi territoriali imponibili convenzionali da prendere a riferimento per il calcolo dei contributi dovuti alla cassa edile e per gli accantonamenti a titolo di ferie e di gratifica natalizia sono quelli stabiliti dal contratto territoriale integrativo. I nuovi valori orari sono i seguenti: euro 9,29 per gli operai di produzione e gli operai di quarto livello; euro 8,84 per gli operai specializzati; euro 8,18 per gli operai qualificati; euro 7,47 per gli operai comuni.

Anzianità professionale edile. Con accordo nazionale sottoscritto il 29 marzo, inoltre, le parti sociali hanno fissato gli importi orari della prestazione per anzianità professionale ordinaria dovuta a maggio 2011.

Gli importi sono stati definiti con riferimento al tasso di inflazione programmato che, per il 2011, è pari all'1,5%. A tale tasso sono stati aggiornati i valori dello scorso anno (maggio 2010).

vota