Consulenza o Preventivo Gratuito

Assunzioni, denuncia aggiornata

del 12/04/2011
di: di Daniele Cirioli
Assunzioni, denuncia aggiornata
Aggiornamento tecnico per il sistema di comunicazioni obbligatorie sui rapporti di lavoro («CO»). A partire dalle ore 19:00 del 30 aprile, infatti, entrerà in vigore il decreto direttoriale del 16 marzo che revisiona i modelli standard e il modello Unimare. A tal fine, il servizio di invio delle Co da parte di tutti gli utenti sarà consentito, indicativamente, fino alle ore 12:00 dello stesso giorno (30 aprile). Lo comunica, tra l'altro, la nota protocollo n. 1992/2011 del ministero del lavoro che illustra le novità del decreto di aggiornamento.

Le comunicazioni obbligatorie

Le comunicazioni obbligatorie (CO) sono quelle che tutti i datori di lavoro, pubblici e privati, sono tenuti a trasmettere in caso di assunzione, di proroga, di trasformazione e di cessazione dei rapporti di lavoro. Funziona mediante un sistema telematico sostituendo la vecchia modalità cartacea che le aziende utilizzavano per inoltrare ai centri per l'impiego, all'Inps, all'Inail e al ministero del lavoro, anche perché con il sistema informatico CO non è più necessario inviare differenti comunicazioni e basta compilare un unico modello. I modelli unificati variano in base alla categoria d'appartenenza dell' utente che deve effettuare la comunicazione, e sono: 1) il modulo Unificato Lav per i datori di lavoro, pubblici e privati, di qualsiasi settore; 2) il modulo Unificato Somm, dedicato alle agenzie per il lavoro; 3) il modello Unimare (con apposito sistema) per le comunicazioni obbligatorie di assunzione, proroga, trasformazione e cessazione dei rapporti di lavoro in ambito marittimo. Infine, per i casi particolari i moduli da compilare sono i seguenti: 1) modulo Unificato Urg per assunzione di lavoratori in caso di urgenza dovuta a esigenze produttive (entro il primo giorno utile la comunicazione va comunque completata con l'invio del modulo Unificato Lav); 2) modulo per la «Comunicazione semplificata per l'assunzione d'urgenza nel settore del turismo» (anche in questo caso la comunicazione va completata con l'invio del modulo Unificato Lav entro il terzo giorno successivo a quello dell'instaurazione del rapporto di lavoro); 3) modulo Unificato Vardatori da utilizzare per comunicare le eventuali variazioni della ragione sociale, e i trasferimenti d'azienda.

Le novità per il modello Unilav

Con provvedimento del 16 marzo scorso sono state approvate una serie di modifiche al sistema delle comunicazioni obbligatorie (si veda tabella per l'operatività). Tra le novità, la revisione del sistema dei controlli. Una prima modifica riguarda la sede legale del datore di lavoro che presenta il modello Unilav: questa deve essere dislocata nel territorio nazionale. Con riferimento allo stesso modello, inoltre, è stato previsto un nuovo controllo con riferimento alla «data fine» rapporto di lavoro per tutti i contratti diversi da quello a tempo indeterminato in caso di assunzione; e per il campo «data fine rapporto» in caso di cessazione; inoltre, in caso di trasformazione di tipo distacco/comando il controllo richiede come obbligatoria la compilazione del campo «data fine distacco». Infine, è stato introdotto un controllo vincolate sulla durata del rapporto che non deve risultare superiore ai 50 anni. Relativamente al tipo di contratto di lavoro, il decreto introduce un controllo sull'età minima del lavoratore che, riferita al momento dell'assunzione, non deve risultare inferiore a 15 anni.

Le novità per il modello Unisomm

Un'altra serie di novità riguarda il modello di comunicazione utilizzato dalle agenzie per il lavoro, sempre con riferimento al sistema dei controlli. Una prima novità è l'introduzione del vincolo della presenza in Italia della sede legale dell'agenzia di lavoro. Con riferimento all'ipotesi di proroga del rapporto di lavoro, viene previsto che la data di fine proroga sia coincidente con la data di fine della somministrazione. Ancora, relativamente al contratto di apprendistato sono stati inseriti i controlli con riferimento alle diverse tipologie di rapporti: età massima del lavoratore all'atto dell'assunzione pari a 26 anni e minima di 15 anni nel caso di apprendistato per l'espletamento del diritto dovere di istruzione e formazione; età all'assunzione compresa tra 17 e 29 anni in caso di apprendistato professionalizzante oppure di apprendistato per l'acquisizione di un diploma o per percorsi di alta formazione.

vota