Consulenza o Preventivo Gratuito

Ambiente, arrivano due reati tutti nuovi

del 08/04/2011
di: La Redazione
Ambiente, arrivano due reati tutti nuovi
Giro di vite ai reati ambientali, con l'introduzione di due nuove fattispecie di reato nel codice penale. Una serve a incriminare chi danneggia l'habitat naturale all'interno di un sito protetto. L'altra punta a sanzionare la condotta di chi uccide, distrugge, preleva o possiede, fuori dai casi consentiti, esemplari di specie animali o vegetali selvatiche protette. Non solo. Arriva anche l'estensione alle persone giuridiche della responsabilità nei reati contro l'ambiente. Il tutto è previsto da uno schema di dlgs, approvato ieri in prima lettura dal consiglio dei ministri. Il testo recepisce le direttive comunitarie 2008/99 e 2009/123. Queste, spiega una nota di Palazzo Chigi, «danno seguito all'obbligo imposto dall'Unione europea di incriminare comportamenti fortemente pericolosi per l'ambiente, sanzionando penalmente condotte illecite individuate dalla direttiva e fino ad oggi non previste come reati ed introducendo la responsabilità delle persone giuridiche, attualmente non prevista per i reati ambientali». Legambiente esulta: «col recepimento della direttiva europea sulla tutela penale dell'ambiente si da una risposta contro i crimini ambientali, che abbiamo chiesto da quasi vent'anni, quando iniziammo ad occuparci di ecomafia».
vota