Consulenza o Preventivo Gratuito

Mod. 770 mensile, avvio nel 2012

del 23/03/2011
di: di Cristina Bartelli
Mod. 770 mensile, avvio nel 2012
Tempi lunghi per l'invio telematico del modello 770 mensile. La trasmissione della dichiarazione dei sostituti di imposta attraverso le reti informatiche avverrà con una maggiore gradualità. La smaterializzazione del nuovo adempimento sarebbe dovuta entrare a regime a partire dal 31 marzo 2011, ma il decreto del presidente del consiglio dei ministri che contiene le proroghe dei termini sposta con un tratto di penna a tutto il 2011 l'avvio della sperimentazione e a partire dal 2012 l'avvio dell'operatività del sistema della trasmissione mensile. Il rinvio è giustificato dalla necessità dei tempi tecnici. In buona sostanza l'invio, che attualmente i datori di lavoro effettuano all'Agenzia delle entrate, dei dati dei dipendenti attraverso il Cud (mod. 770) una volta l'anno diventerà un adempimento mensile, come oggi accade per gli invii dei dati contributivi all'Inps. Dal 2012 dunque andrà in soffitta il mod. 770 annuale per lasciare il posto al nuovo adempimento. La staffetta comunque risulta prorogata dal 2005.

Nel dpcm inviato ai presidenti delle camere, per raccogliere il parere, c'è anche spazio per il rinvio dei termini di altri adempimenti di natura fiscale.

In particolare incassa lo slittamento al 31 dicembre la revisione ordinaria degli studi di settore. Il provvedimento dunque non dovrà essere più pubblicato in Gazzetta Ufficiale entro il 30 settembre bensì entro il 31 dicembre. La ragione è nella volontà, da parte del legislatore, di assicurare il maggior grado di aderenza alla specifica realtà economica. La proroga è in funzione del tenere conto del coordinamento dell'attività di costruzione, approvazione e pubblicazione degli studi di settore con quelle di analisi dei correttivi.

Novità anche sul fronte della riscossione. Il 31 dicembre 2011 sarà il termine per predisporre le procedure di gara ad evidenza pubblica per gli enti locali per affidare il servizio di riscossione delle entrate locali.

Stesso rinvio per le normative delle regioni su tasse automobilistiche e Irap che risultano difformi alla disciplina statale. La proroga consente di conservare l'efficacia di queste normative nelle more dell'approvazione delle disposizioni in materia di federalismo fiscale.

Ci sono poi anche disposizioni di proroghe per quanto riguarda i lavoratori della pubblica amministrazione. Entro fine 2011 dovrà essere ultimata la procedura per l'inquadramento nei ruoli della pubblica amministrazione del personale delle poste e dell'istituto poligrafico dello stato. Proroga per la validità delle graduatorie dei concorsi pubblici approvate successivamente al 30 settembre 2003. Il rinvio dei termini consentirà alle amministrazioni interessate di provvedere alle assunzioni programmate di personale a tempo indeterminato.

Infine l'attività di consulente finanziario continuerà fino al 31 dicembre 2011 fino all'attuazione della normativa sull'albo dei consulenti.

Il dpcm è lo strumento operativo del decreto legge mille proroghe (legge 10/2011) per quanto riguarda la proroga dei termini di disposizioni legislative in materia tributaria.

vota