Consulenza o Preventivo Gratuito

Il part-time vincola il Durc

del 04/03/2011
di: di Daniele Cirioli
Il part-time vincola il Durc
È legittimo il mancato rilascio del Durc all'impresa edile che non versa la contribuzione virtuale sui part-time eccedenti il limite (3%) fissato dal Ccnl. Perché anche in tal caso si verifica un'omissione contributiva. Lo precisa il ministero del lavoro nell'interpello n. 8/2011. I chiarimenti arrivano in risposta al quesito dell'Ance (Associazione nazionale costruttori edili) che chiedeva al ministero la corretta interpretazione dell'articolo 1, comma 3, del dlgs n. 61/2000. Vale a dire se il superamento del numero massimo di lavoratori a part-time previsto in via contrattuale possa determinare il mancato rilascio del Documento unico di regolarità contributiva (Durc). La risposta del ministero è affermativa. In particolare, il ministero condivide le istruzioni dell'Inps nella parte in cui hanno disciplinato la cosiddetta contribuzione virtuale, che trova applicazione nei casi in cui non si verifichi l'impiego del lavoratore per tutto l'orario contrattualmente previsto e la minore prestazione lavorativa non sia dovuta a eventi ben determinati. La contribuzione virtuale è applicata anche nelle ipotesi di superamento del limite dei part-time; per cui i rapporti eccedenti sono considerati a tempo pieno e bisogna versare i contributi e gli accantonamenti alla casse edile considerandoli (i part-time eccedenti) come rapporti a tempo pieno. Ne consegue, pertanto, spiega il ministero, che l'omissione contributiva che si verifica per mancato versamento, sia pure della sola cosiddetta contribuzione virtuale, determina il mancato rilascio del Durc. Peraltro, l'omissione contributiva è riferibile anche a quanto dovuto alle casse edili, poiché «nella retribuzione imponibile rientrano anche gli accantonamenti e le contribuzioni alle casse edili» a norma dell'articolo 29 del dl n. 244/1995 (convertito dalla legge n. 341/1995). Infine, il ministero ricorda che, ai fini della regolarità contributiva di quanto dovuto alle casse edili e sulla base di quanto previsto dal ccnl 19 aprile 2010, la Commissione nazionale paritetica per le casse edili (Cnce), con delibere n. 433/2010 n. 436/2010 e n. 447/2011 ha disposto il rilascio del Durc irregolare, a decorrere dalla data del 1° gennaio 2011, per i contratti part-time stipulati successivamente a tale data e in eccedenza dei predetti limiti.
vota