Consulenza o Preventivo Gratuito

Reti, asseverazione con il turbo

del 26/02/2011
di: di Cristina Bartelli
Reti, asseverazione con il turbo
L'asseverazione per le reti di impresa mette il turbo. Il decreto del ministero dell'economia, che dà attuazione al regime fiscale agevolato per le imprese che aderiscono al contratto, è pronto per approdare nella Gazzetta Ufficiale. L'asseverazione è la condizione necessaria per accedere ai benefici fiscali previsti dalla disposizione dell'articolo 42 del dl 78/2010 (manovra estiva). In pista per apporre il bollino le associazioni datoriali rappresentative a livello nazionale e presenti nel Cnel.

Il passepartout. L'asseverazione è considerata dai tecnici che hanno predisposto il provvedimento l'atto conclusivo del procedimento con il quale gli organismi di asseverazione attestano il possesso dei requisiti da parte delle imprese che aderiscono alla rete e che possono fruire di agevolazioni fiscali. Asseverazione come passepartout dunque, condizione necessaria e sufficiente per la dimostrazione dell'esistenza degli elementi richiesti e con una funzione di filtro per tutti quei soggetti che non avendo i requisiti non possono accedere al regime.

Il decreto definisce anche chi sono i soggetti che asseverano. è la manovra d'estate a fornire la cornice, individuando le organizzazioni espressione dell'associazionismo imprenditoriale. Il decreto definisce meglio quel perimetro chiarendo che i soggetti abilitati sono gli organismi espressi dalle confederazioni di rappresentanza datoriale presenti nel Cnel. Il provvedimento, invece, non indica quali siano gli organismi di diritto pubblico ai quali in via sussidiaria è consentito asseverare. Con ogni probabilità, secondo quanto risulta a ItaliaOggi, sarà un successivo provvedimento a fornire l'elenco.

Gli step. Gli organismi asseveratori comunicano all'Agenzia delle entrate il possesso dei requisiti delle imprese asseverate. L'Agenzia dovrà darne notizia in una apposita sezione sul sito istituzionale e dovrà definire, con provvedimento del direttore, le forme e le modalità della comunicazione. Gli asseveratori dovranno quindi analizzare il Programma di rete e verifica, preventivamente, che sussistano gli elementi propri sia del contratto di rete si a dei relativi requisiti di partecipazione.

L'asseverazione dunque ha una duplice funzione preventiva per il rispetto dei requisiti e di filtro per chi eventualmente quei requisiti non li possiede e dunque resta fuori dalla rete.

Per la verifica gli organismi di asseverazione potranno avvalersi di organismi di certificazione. Una volta rilasciata l'asseverazione è comunicata contestualmente al rappresentante di rete e all'Agenzia delle entrate.

Reti di impresa. Fino al periodo in corso al 31 dicembre 2012 è riconosciuto un regime fiscale incentivante per le imprese che aderiscono al contratto di rete a condizione che il contratto venga asseverato preventivamente da organismi di diritto privato. Le imprese in possesso dell'asseverazione godranno di un regime di sospensione di imposta sulla quota degli utili d'esercizio accantonati in apposita riserva e destinati alla realizzazione di investimenti previsti dal programma comune.

vota