Consulenza o Preventivo Gratuito

Tirocini dai giudici

del 24/02/2011
di: di Gabriele Ventura
Tirocini dai giudici
Parte al tribunale di Milano il progetto sperimentale dell'Ufficio del giudice. A disposizione 34 posti per praticanti avvocati, che saranno ammessi a svolgere un anno di tirocinio presso le sezioni civili e lavoro. È il contenuto dell'accordo siglato fra il tribunale di Milano e l'Ordine degli avvocati di Milano, che ieri hanno presentato il progetto e sottoscritto il bando, che scadrà il 15 marzo prossimo. Il Tribunale e l'Ordine, guidati rispettivamente da Livia Pomodoro e Paolo Giuggioli, daranno vita a una struttura organizzativa di supporto agli uffici giudiziari, destinata allo svolgimento di una serie di attività non strettamente riconducibili alla funzione giurisdizionale, con l'obiettivo di rendere più celere e qualificato il lavoro dei giudici. I praticanti che accederanno al tirocinio potranno usufruire di una borsa di studio (d'importo complessivo pari 8 mila euro lorde) finanziata dalla Fondazione forense di Milano, dall'Associazione bancaria italiana e dall'Associazione culturale «Prospera». Il bando, nel dettaglio, è rivolto agli iscritti al registro dei praticanti avvocati presso l'Ordine di Milano che abbiano già svolto, alla data del 15 marzo 2011, almeno sei mesi di pratica legale presso lo studio di un avvocato. Quanto alle modalità di accesso la selezione avverrà per titoli e colloquio con una Commissione mista la cui composizione è determinata concordemente dal Tribunale di Milano e dall'Ordine degli avvocati. Le domande dovranno essere inviate, entro il 15 marzo 2011, presso la segreteria dell'Ordine. Costituiranno requisiti preferenziali l'aver conseguito la laurea in non più di sette anni accademici nel caso di laureati secondo l'ordinamento didattico adottato ai sensi del regolamento di cui al dm 509/99; l'avere riportato il voto di laurea magistrale non inferiore a 100. Ai praticanti ammessi verrà riconosciuta: la facoltà di partecipare gratuitamente ai corsi organizzati dalla scuola forense dell'Ordine degli avvocati di Milano nell'anno di tirocinio; la facoltà di partecipare gratuitamente ai corsi organizzati della Formazione decentrata del Consiglio superiore della magistratura; la possibilità di mantenere per l'anno di tirocinio, nonostante la sospensione dell'abilitazione, la posizione contributiva senza alcuna interruzione e senza ulteriore esborso.

vota