Consulenza o Preventivo Gratuito

Carni, origini trasparenti nell'etichetta

del 22/02/2011
di: La Redazione
Carni, origini trasparenti nell'etichetta
Il Consiglio Ue dei ministri dell'agricoltura ha dato ieri via libera in prima lettura alle nuove norme sull'etichettatura dei prodotti alimentari. Il provvedimento, che ora passa all'esame dell'Europarlamento, prevede l'estensione dell'obbligo di indicazione della provenienza a tutte le carni messe in commercio. Obbligo ora in vigore per le sole carni bovine. «I cittadini Ue potranno finalmente conoscere la provenienza di tutte le carni che consumano», ha detto il presidente della commissione agricoltura del Parlamento Ue, Paolo De Castro, dopo l'ok all'etichettatura per le carni delle specie suina, ovina, caprina, e avicola. Per De Castro è «un importante passo raggiunto grazie al lavoro del Parlamento europeo in prima lettura del regolamento Ue, ma grazie anche alla legge approvata dall'intero Parlamento italiano». Il Consiglio non ha recepito l'obbligo d'indicare in etichetta la provenienza di tutti i prodotti agricoli, «ma la battaglia continuerà», ha assicurato De Castro, «in seconda lettura dove ripresenteremo gli emendamenti sull'etichettatura obbligatoria approvati dall'aula del Pe». Quindi, il nuovo fronte: «forti della legge nazionale bipartisan, nei prossimi giorni incontrerò personalmente i ministri Fazio e Galan per mettere a punto una strategia nazionale».
vota