Consulenza o Preventivo Gratuito

Aggiornamento a tutto gas

del 12/02/2011
di: Pagina a cura di Pamela Giufrè
Aggiornamento a tutto gas
Aggiornamento professionale a tutto gas per i tributaristi della Lapet. Anche quest'anno infatti il consiglio direttivo presieduto da Roberto Falcone ha programmato incontri interregionali suddivisi per macroaree con la partecipazione di tutti i vertici dell'associazione al fine di abbinare tematiche di carattere tecnico-professionale a momenti di confronto politico-associativo con i tributaristi iscritti alla Lapet.

Per il 2011 sono infatti sei i convegni nazionali di studio in altrettante macroaree dislocate nei principali centri d'Italia dove ha sede l'associazione.

Il primo appuntamento di questo nuovo ciclo, tra meno di una settimana, giovedì 17 febbraio, a Firenze. È fissato per le ore 9 allo Starhotels Michelangelo, in via Fratelli Rosselli numero 2. Il relatore Gianfranco Costa approfondirà la Finanziaria 2011 e le ultime novità fiscali.

Il 28 aprile, invece, a Sassari, i riflettori della Lapet saranno puntati su Unico 2011, mentre il 27 maggio, a Palermo, studi di settore e redditometro collegati saranno al centro dell'attenzione. Ad ottobre, esattamente il 7, a Milano, sarà la volta delle società immobiliari, e infine a Napoli, il 21 novembre, sarà affrontata una tematica strettamente fiscale: il contenzioso tributario.

Di questo calendario fa parte integrante anche l'assemblea nazionale degli associati, che quest'anno è in programma per il prossimo 14 aprile, a Roma, e che, come sempre, sarà preceduta da un convegno. Convegno che, per questa edizione più che mai, rappresenterà una novità inedita per la Lapet. Il consiglio direttivo dell'associazione dei tributaristi ha infatti voluto pianificarlo in collaborazione con un'altra associazione, sempre di livello nazionale, ma di tutt'altro settore. Si tratta di un'organizzazione che si occupa di politiche familiari. L'argomento è già stato individuato, il programma è in corso di definizione. Ma per ora il presidente Falcone non ha nessuna intenzione di sbilanciarsi sulle interessanti novità che caratterizzeranno l'edizione 2011 dell'assemblea nazionale degli associati Lapet.

«Non vogliamo ancora anticipare nulla», dichiara infatti Roberto Falcone, stuzzicando la fantasia degli iscritti, «ma possiamo già annunciare che sarà trattato un argomento di interesse generale che coinvolgerà tutti, tecnici e non».

Chiaramente, tanto l'assemblea nazionale di aprile, quanto ciascuno degli altri cinque eventi, la cui partecipazione è assolutamente gratuita per i tributaristi Lapet, costituiranno credito formativo ai sensi dell'apposito regolamento approvato dal consiglio direttivo nazionale, e consentiranno agli iscritti di cumulare, per quest'anno, 57 ore di formazione superiori di due volte e mezza il minimo di 24 ore previste dal regolamento della formazione obbligatoria. Un credito che si potrà ottenere beneficiando anche di 27 ore di formazione e-learning guadagnate partecipando, anche in questo caso gratuitamente, ai corsi previsti nell'ambito dell'aggiornamento professionale online. È stato infatti arricchito il nuovo servizio che l'associazione ha attivato alla fine del 2010, e che già consente ai tributaristi Lapet, senza alcun costo, di essere sempre informati su tutte le ultime novità del settore fiscale e previdenziale semplicemente collegandosi alla propria casella di posta elettronica, e di poter disporre di un notiziario giornaliero completo, oltre che di una banca-dati online. E a questo genere di informazione, rapida, efficace e, soprattutto, all'avanguardia, si aggiunge la possibilità di collegarsi, sempre on line, alle lezioni di esperti del settore economico-fiscale, e di partecipare attivamente al fine di conseguire un apposito attestato di frequenza. Tutto questo senza spostarsi dal proprio studio, ma semplicemente collegandosi con un clic attraverso internet, di cui oramai dispongono tutti i professionisti della Lapet.

Il programma degli incontri, dopo l'appuntamento dello scorso gennaio con «La Manovra estiva 2010» proseguirà in febbraio con la «Finanziaria 2011» e la «Finanziaria 2011 dopo i chiarimenti del Fisco»; a marzo con «L'Iva nei rapporti con l'estero»; sempre a marzo con il «Bilancio d'esercizio 2011»; a maggio con «Le novità di Unico 2011»; a giugno con «Il nuovo redditometro»; sempre a giugno con «Unico 2011 e Studi di settore»; a settembre con «La Manovra estiva 2011»; ed a dicembre con «Accertamento e contenzioso».

«Il nostro obiettivo», precisa Roberto Falcone, « è quello di semplificare ed agevolare sempre più l'aggiornamento professionale. In un'era in cui il tempo diventa giorno dopo giorno più prezioso, specie per un libero professionista, è estremamente indispensabile riuscire ad assicurare ai nostri tributaristi la possibilità di essere aggiornati su tutte le novità del settore di propria competenza senza alcuna perdita di tempo, e soprattutto senza aggravio di ulteriori costi».

Ma il contatto diretto con gli associati non deve mai mancare. «Negli ultimi anni», dice il presidente della Lapet, «mentre ricercavamo, a giusta ragione, strumenti sempre più all'avanguardia per garantire l'aggiornamento professionale a tutti, e su tutto il territorio nazionale, ci siamo anche resi conto dell'importanza di coltivare il rapporto personale, e umano, con i nostri iscritti. Per questo, dopo il successo del 2010, abbiamo voluto riproporre anche per il 2011 i convegni itineranti che hanno debuttato per la prima volta a febbraio dello scorso anno. Abbiamo riscontrato che queste occasioni di confronto rappresentano anche un momento di incontro e di scambio di idee importante e prezioso per ciascuno dei nostri tributaristi, che tutti attendono e al quale in pochi rinunciano. Perciò abbiamo selezionato località facilmente raggiungibili, collocate in posizioni geografiche strategiche e comode per tutti i tributaristi delle diverse zone del Nord, del Centro e del Sud Italia e delle isole».

Il rapporto umano è dunque basilare per il consiglio direttivo della Lapet, che anche a livello locale ripropone eventi ed incontri per agevolare i contatti tra i tributaristi di una stessa città o di una stessa regione. Questo è infatti possibile attraverso i convegni regionali e provinciali, la cui organizzazione è affidata ai vertici territoriali dell'associazione. Presidenti provinciali e delegati regionali collaborano dunque per realizzare insieme incontri territoriali ed interregionali con l'obiettivo di riproporre a livello locale quanto il consiglio direttivo nazionale organizza in tutto lo stivale. I corsi provinciali e regionali seguono in linea di massima il calendario nazionale, del quale spesso ripropongono anche le tematiche affinché coloro che non hanno potuto partecipare agli eventi nazionali possano essere informati come tutti gli altri colleghi. Le date degli incontri, invece, sono elaborate in maniera tale da evitare sovrapposizioni. «Ogni singolo evento territoriale», assicura il presidente Falcone, «passa al vaglio della commissione per l'aggiornamento professionale, presieduta dal nostro tributarista Andrea Cester e dagli altri esperti della stessa commissione, che provvedono ad accreditare i convegni secondo quelle che sono le rigide ed inderogabili disposizioni del regolamento per la Formazione e l'aggiornamento professionale».

vota