Consulenza o Preventivo Gratuito

Inrl, avanti tutta sulla formazione

del 04/02/2011
di: La Redazione
Inrl, avanti tutta sulla formazione
Si apre una stagione carica di impegni formativi indispensabili per poter adempiere al decreto legislativo 39/2010 ancora orfano degli attesi e sollecitati decreti attuativi. Nella visione di una costruttiva e coerente condivisione al migliore sostegno della nuova libera professionale italo europea ove l'alta qualità professionale e la terzietà rappresentano il fulcro e la vera grande innovazione per il sistema socio-economico politico italo europeo, l'Istituto ha posto concreta operatività alla formazione e alla convegnistica con particolare riferimento alla formazione, per consentire una maggiore sensibilità alla formazione proposta, dando corso a contatti telefonici «one to one» con tutti gli iscritti al fine di far loro acquisire quei crediti che danno titolo primario agli attesi decreti attuativi.

Peraltro l'attività formativa si arricchirà, a breve, di corsi di formazione a distanza per gli enti locali in collaborazione con la società Csel (Centro studi enti locali) e Fqr.

Sull'argomento il presidente Inrl Virgilio Baresi sottolinea che «l'attenzione sul percorso formativo sarà rivolta anche agli inattivi i quali potranno mantenere il loro diritto al titolo che consentirà di svolgere ai tempi debiti la attività professionale».

Per il segretario nazionale dell'Istituto Gianluigi Bertolli «si tratta di una pianificazione in attesa del varo dei decreti attuativi del dlgs 39/2010 che dovranno fornire, come recita l'art. 5 del decreto, i requisiti degli enti formatori. Ovviamente avremo poi la possibilità di tararli in base ai regolamenti, ma proseguiremo con la nostra attività formativa perché immaginiamo che proprio per la formazione sarà previsto un periodo transitorio che terrà conto del ritardo col quale sono stati varati i decreti attuativi stessi».

«Questi percorsi formativi», spiega nel dettaglio il vicepresidente dell'Inrl Roberto G. Carnessale tra i coordinatori della formazione, «verranno suddivisi in due gruppi di lezioni, uno generalista e l'altro specifico sulla revisione contabile negli enti locali, con trattazioni di materie più mirate all'attività professionale in ambiti pubblici».

Avviata pure la calendarizzazione dei convegni della prima parte dell'anno: a Pisa il 26 febbraio prossimo si terrà infatti il convegno di studio su «La difesa del cittadino dai soprusi della mala amministrazione», moderato dal segretario nazionale dell'Inrl Gianluigi Bertolli con la partecipazione di personalità istituzionali come quella del presidente della provincia di Pisa, Andrea Pieroni che tratterà la tematica della tutela civica del cittadino nei contrasti con l'amministrazione degli enti locali. Michela Passalacqua illustrerà i passaggi chiave della conciliazione e dell'arbitrato bancario nelle controversie tra cliente e istituto bancario. Nel corso del convegno verrà anche presentata e illustrata l'opera «Un portolano basilare nel processo tributario» firmata dal collega Attilio Zifaro . Così come è programmato per l'11 marzo prossimo il seminario nazionale organizzato dall'Inrl e da Ficei in collaborazione con l'Istituto Cosilam (Consorzio industriale Lazio Meridionale), a MonteCassino, sul tema «Responsabilità penale del revisore legale e dell'amministratore» che verrà presieduto dall'emerito presidente della Corte costituzionale Piero Alberto Capotosti.

vota