CERCA UN PROFESSIONISTA
CERCA NELL'ENCICLOPEDIA
 

Studi di settore: ispezioni e accertamenti a tavolino

Studi di settore: ispezioni e accertamenti a tavolino
L’anno 2011 ha visto un forte intensificarsi della disciplina legata agli studi di settore; in particolare è stata introdotta da un lato una penalizzazione per i soggetti che indicano dati infedeli nel modello e, dall’altro lato, il riconoscimento di un sistema premiale per chi è in regola con i risultati di Gerico.
Di seguito riassumiamo brevemente le modifiche intervenute nei vari interventi legislativi. 

Manovra correttiva decreto legge 98/2011: ha introdotto la possibilità per l’ufficio di effettuare un accertamento induttivo quando viene rilevata l’omessa o infedele indicazione dei dati previsti nei modelli degli studi di settore, nonché l’indicazione di cause di esclusione o di inapplicabilità degli studi di settore non sussistenti. Condizione necessaria per l’applicazione della disposizione è che l’errore abbia causato uno scostamento nel reddito di impresa/lavoro autonomo, calcolato applicando correttamente gli studi, superiore al 10% rispetto al reddito dichiarato. La novità è sicuramente applicabile a partire dalle dichiarazioni relative all’anno 2010, non è chiaro invece se possa essere applicata per il passato.

Manovra di Ferragosto decreto legge 201/2011: ha introdotto una modifica al cosiddetto "premio di congruità" che prevede la preclusione dell’accertamento, basato su presunzioni semplici, nei confronti dei soggetti congrui, anche per effetto di adeguamento, che abbiano indicato correttamente i dati nel modello. Il premio di congruità è riconosciuto solo se viene soddisfatta un’ulteriore nuova condizione consistente nella congruità, oltre che per l’anno accertato, anche per l’anno precedente. Il livello di congruità è quello derivante dall’analisi di congruità e normalità economica, al netto dei correttivi anticrisi; mentre non è richiesto il rispetto della coerenza. Si evidenzia che il decreto Salva Italia ha abrogato la disposizione relativa al premio di congruità, che resta quindi in vigore solo per gli anni 2010 e precedenti.

Decreto Salva Italia decreto legge 201/2011: stabilisce che per tutti i contribuenti che dichiarano ricavi/compensi pari o superiori a quelli calcolati da Gerico, sono preclusi gli accertamenti basati su presunzioni semplici ai fini reddituali ed iva; sono ridotti di 1 anno i termini di decadenza per l’attività di accertamento; è ampliato lo scostamento richiesto tra reddito dichiarato e accertabile (da 1/5 ad 1/3). Si precisa inoltre che nei confronti dei soggetti non congrui/non coerenti l’Agenzia delle Entrate e la Guardia di finanza destineranno parte della capacità operativa all’effettuazione di specifici controlli.

A conclusione si segnala che il decreto semplificazioni pubblicato in Gazzetta Ufficiale in data 1 marzo 2012 presenta una modifica secondo la quale, in caso di omessa presentazione del modello studi di settore o di presentazione dello stesso con dati errati o falsi, che comporti una differenza di ricavi superiore al 15% o a 50mila euro l’amministrazione finanziaria avrà la possibilità di ricorrere all’accertamento induttivo nei confronti del contribuente. Viene, inoltre, prorogato dal 30 marzo al 30 aprile il termine per la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale degli studi di settore valevoli per il periodo d’imposta 2011.

Dott.ssa Paola Saldi


Registrati e Fai una domanda




Uomo
Donna
(non verrà pubblicato)

(scegli dall'elenco)



* Con l'inserimento dei tuoi dati dichiari di aver letto ed accettato le condizioni d'uso del sito ed il trattamento dei dati da parte di Professionisti s.r.l.
se vuoi accettare i consensi separatamente

Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di Professionisti s.r.l.
come specificato all' art 3b
Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di società terze anche relative ad indagini di mercato su prodotti e servizi operanti nel settore editoriale, largo consumo e distribuzione, finanziario, assicurativo, automobilistico, dei servizi e ad organizzazioni umanitarie e benefiche come specificato all' art 3c

STUDI COMPETENTI

Commercialisti

Studio di Lauro Taricani Colarossi Dottori Commercialisti Associati

via Domenico Spezioli, 16
66100 Chieti (CH)
Tel. 087163101

valentina.taricani@virgilio.it

IN EVIDENZA
Successioni, Contabilità, Bilancio, Difesa del contribuente, Arbitrato, CTU, CTP, Accertamenti fiscali, Contenzioso tributario, Associazioni
Consulenti di formazione

Gruppo VOLA S.R.L.

Via C. Colombo, 94
36061 Bassano del Grappa (VICENZA) - Treviso (TV)
Tel. 0424382418 - Fax. 0424392399

consulenza@team-forma.it - www.gruppovola.it.

IN EVIDENZA
Formazione e consulenza, Marketing e Organizzazione, Ricerca e selezione personale, Consulenza di direzione, Coaching
Avvocati

Studio legale Avv. Andrea Giordano

via Dino Frescobaldi, 3
00137 Roma (ROMA)
Tel. 068278136 - Fax. 0697259032

degiordy@tiscalinet.it - www.avvocatoandreagiordano.it

IN EVIDENZA
Reati






CALCOLO MINI IMU
Inserisci la tua rendita
catastale e procedi al
Calcolo Mini IMU →

LEGGI ANCHE

IN EVIDENZA

Grecia, colloquio per il terzo piano di salvataggio

È stato comunicato da una portavoce della Commissione Europea che i rappresentanti di UE, FMI, BCE ed ESM sono già ad Atene per discutere il memorandum relativo al terzo pacchetto di aiuti. La Commissione si aspetta più riforme per consentire un rapido...



IN PRIMO PIANO

School Bonus e detrazioni fiscali

È stato denominato school bonus, ma diversamente da quanto si potrebbe pensare ad una prima lettura, non è un beneficio che riguarderà le famiglie e gli studenti, o almeno non direttamente. Il provvedimento è piuttosto una misura di tipo fiscale a vantaggio...



IN PRIMO PIANO

Tari, si sperimenta il pagamento a peso

La tassa sui rifiuti (TARI) viene calcolata con una formula che considera i metri quadri dell'abitazione o dell'edificio ed è proporzionale al numero di occupanti l'abitazione stessa. Ciò vuol dire, almeno in teoria, che una famiglia che effettua la...



IN PRIMO PIANO

Mutuo ipotecario e detrazione degli interessi

Nel caso che il mancato utilizzo dell’immobile quale dimora abituale non sia dipendente dalla volontà del contribuente, ma sia causato da ragioni di lavoro, è possibile continuare a considerare quale abitazione principale l’immobile, con la possibilità...



IN PRIMO PIANO

Quanto paga l'Italia per salvare la Grecia

L’altra faccia della soddisfazione per l’accordo raggiunto sulla Grecia è il fardello che l’Italia deve sopportare. Il nostro Paese vanta già un credito verso la Grecia di 65 miliardi di euro ai quali ora se ne aggiungono 15,4. Difficile prevedere se...



[x] chiudi

IN PRIMO PIANO

Per alcuni tributi si può barattare

Per barattare, come sappiamo, si intende il ricevere un oggetto o un servizio in cambio di un altro di pari valore. Ebbene, il principio più antico alla base dello scambio e dei rapporti commerciali da un po' di tempo è tornato di moda, come dimostrano...




FEED
SHARE
Scrivici  per informazioni sul servizio