Consulenza o Preventivo Gratuito

Fare la copia di file aziendali non è furto ma può essere reato

del 23/12/2010

Fare la copia di file aziendali non è furto ma può essere reato

La copia non autorizzata di file su un supporto informatico altrui non costituisce furto in quanto non si verifica una perdita di possesso del bene, tuttavia possono sussistere altri reati dovuti all’utilizzo che viene fatto della copia. Lo stabilisce la Cassazione (sentenza 44840/2010) per un caso in cui un dipendente dopo essersi procurato la copia di file aziendali li aveva trasmessi ad una impresa concorrente interessata a fare delle offerte concorrenziali. Pur non trattandosi di furto di certo si può configurare altra fattispecie criminosa quale la rivelazione del segreto professionale o del segreto industriale, specie se si considera che nel caso esaminato i dati copiati erano stati poi consegnati ad una impresa concorrente che li aveva utilizzati per fare offerte più vantaggiose.

a cura della Redazione

vota  
Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c