Consulenza o Preventivo Gratuito

Immobili, le banche puntano a metodologie internazionali

del 26/11/2010

Immobili, le banche puntano a metodologie internazionali

Gli intermediari finanziari devono comunicare all'Anagrafe dei conti i rapporti che intrattengono con gli altri intermediari. Non si applicano ai rapporti con il fisco le stesse esenzioni previste dalla normativa antiriciclaggio. È questa una delle precisazioni fornite dai rappresentanti dell'amministrazione finanziaria intervenuti al convegno organizzato da Paolo Livi, presidente Afin sulle novità 2010 per gli intermediari finanziari ieri a Milano. Le comunicazioni quindi vanno inviate a prescindere con chi si intrattengono tanto che l'errore in cui sono incorsi gli intermediari è stato rilevato dal cervellone dell'archivio dei conti come un'anomalia. Per le holding poi resta sempre aperto il problema dei rapporti con i soggetti non residenti. A questo proposito deve essere comunicato il codice fiscale. E l'agenzia conta di arrivare entro la fine dell'anno predisponendo un intervento di prassi amministrativa. Infine per gli intermediari che si incorporano o cessano l'attività, sulle attività precedenti la data di chiusura della pec può sempre arrivare l'indagine cartacea.

news selezionata da ItaliaOggi

vota  
Con l'inserimento dei miei dati dichiaro di aver preso visione ed accettato il Trattamento dei Dati