Consulenza o Preventivo Gratuito

Vaccino italiano contro l’Aids

del 12/11/2010

Vaccino italiano contro l’Aids

E’ già nella seconda fase di sperimentazione il vaccino terapeutico contro l'Aids messo a punto in Italia, presso l'Istituto Superiore di Sanità (Iss), frutto di una ricerca che ha portato finora a 10 brevetti. La sperimentazione, coordinata dal gruppo di Barbara Ensoli e in corso in 11 centri mostra come il vaccino aiuti a rigenerare il sistema immunitario, colpendo la proteina Tat, che si trova all'interno del virus Hiv: è il motore che gli permette di replicarsi e diffondersi nell'organismo. "Abbiamo visto che il vaccino arriva dove i farmaci si fermano", ha spiegato la ricercatrice. I farmaci antiretrovirali riducono infatti il numero delle particelle di virus in circolazione, ma non riescono ad azzerarle. Il virus continua ad essere presente e si rifugia in "santuari", costringendo il sistema immunitario ad un continuo stato di allerta. Il risultato è una vera e propria sindrome, che si manifesta con problemi cardiovascolari, epatici, renali. 'Il vaccino - ha detto ancora Ensoli - sembra riportare il sistema immunitario verso uno stato di equilibrio,. (…) A 48 settimane dalla somministrazione del vaccino i parametri continuano a migliorare, sembra che riusciamo a bloccare il danno”. Per completare la sperimentazione fino a 160 volontari servono adesso altri fondi e l'appello dei ricercatori è rivolto tanto al pubblico quanto a strutture private.

news a cura della Redazione

vota  
Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c