Consulenza o Preventivo Gratuito

Banca MPS: quale futuro per i risparmiatori?

del 05/01/2017

Banca MPS: quale futuro per i risparmiatori?

Quali sono gli effetti della crisi e del successivo salvataggio statale del Monte Dei Paschi di Siena per i risparmiatori? Scopriamolo con la guida che segue, dedicata a tutti coloro che intrattengono rapporti bancari con il più antico istituto di credito del mondo.

MPS: il rapporto con azionisti e obbligazionisti

Partiamo con l’analizzare la situazione di chi detiene azioni ed obbligazioni acquistate da MPS. Secondo quanto comunicato dal Governo, chi detiene bond subordinati emessi dall'istituto di credito senese dovrebbe ricevere un nuovo titolo obbligazionario, ancora però da definire. Le obbligazioni potranno inoltre essere convertite in azioni, con una possibilità di recupero dell'investito molto variabile, ma secondo alcuni pari anche alla totalità del capitale, nonostante questo non sia valido per tutti gli investitori.

Per quanto riguarda gli azionisti invece non dovrebbero essere presi provvedimenti nell'immediato; infatti si presume che in seguito alla decisione della Consob di riapertura del titolo allo scambio, le azioni MPS torneranno ad essere scambiate come di consueto ed assumeranno quindi i valori di mercato stabiliti dagli scambi di Borsa. Tuttavia al momento in cui scriviamo, una decisione in tal senso è ancora attesa.

Ulteriori dettagli in merito alla situazione di chi detiene azioni ed obbligazioni non sono ancora stati comunicati e per questo chi possiede questo tipo di prodotti finanziari dovrà rimanere in attesa di decisioni e disposizioni specifiche in merito. Scopriamo ora invece cosa accade per chi possiede un conto corrente presso banca MPS.

I correntisti MPS

Chi detiene un conto corrente presso il Monte de Paschi di Siena non dovrebbe rischiare nulla, in quanto i conti correnti italiani sono coperti dalla garanzia del fondo di tutela interbancario. In realtà questo è vero per le somme che non superano i 100.000 euro, mentre per le quote restanti non è garantito il totale recupero del capitale, se non con decisioni ad hoc che al momento non risultano però tra i capitoli di discussione dei provvedimenti relativi alla banca.

Per chi intrattiene invece rapporti bancari diversi, come ad esempio i sottoscrittori di mutui o prestiti, la crisi di MPS non dovrebbe essere rilevante, in quando le condizioni già fissate e sottoscritte dai clienti continueranno ad essere applicate fino alla scadenza del contratto.

Nonostante nella guida abbiamo spesso utilizzato il condizionale per le decisioni non ancora definitive è bene sapere che l'intento del salvataggio è quello di salvaguardare totalmente gli investitori e risparmiatori MPS.  

vota  
Con l'inserimento dei miei dati dichiaro di aver preso visione ed accettato il Trattamento dei Dati