Consulenza o Preventivo Gratuito

Aggiornamenti mancata proroga 730

del 25/06/2015

Al momento la scadenza del modello 730/2015 resta fissata al 7 luglio ed entro la stessa data i contribuenti sono tenuti devono dare all’intermediario abilitato anche la dichiarazione relativa alla destinazione del 2, 5 e 8 per mille dell’Irpef.

L’Agenzia delle Entrate ha comunque chiarito che il contribuente che ha già inviato il 730 precompilato online tramite il sito delle Entrate stesso ma ha commesso degli errori può effettuare un nuovo invio che annulla e sostituisce il precedente. E la stessa Agenzia ha spiegato che per effettuare il nuovo invio basta entrare con le proprie credenziali nell’area del sito internet dell’Agenzia delle Entrate dedicata al 730 precompilato, riaprire la dichiarazione già trasmessa, apportare le modifiche necessarie e quindi procedere all’invio della dichiarazione sostitutiva.

Il secondo invio della dichiarazione può essere effettuato però una sola volta e la nuova dichiarazione può essere inviata fino al 29 giugno. Altra scadenza fiscale cui sono chiamati i contribuenti è quella della presentazione del modello 770 2015: anche in questo caso è attesa un proroga dal termine fissato del 31 luglio 2015 al prossimo mese di settembre, come già accaduto l’anno scorso. Anche in merito l’Agenzia delle Entrate non ha reso ufficiale ancora alcuna risposta definitiva.

Anche il modello 770 semplificato 2015 deve essere inviato online o in modo autonomo o rivolgendosi ad un Caf o al proprio commercialista e devono presentarlo non le persone fisiche ma i sostituti di imposta. Deve presentare il modello 770 semplificato chi deve dichiarare i dati sui redditi elargiti ai dipendenti (e assimilati), i trattamenti di fine rapporto e i versamenti sui fondi pensione, i redditi di lavoro autonomo e provvigioni. Il sostituto d’imposta deve comunicare all’Agenzia delle Entrate tutti i dati previdenziali, contributivi e assicurativi, i relativi versamenti, i crediti e le compensazioni.

Devono invece presentare il 770 ordinario i sostituti d’imposta che abbiano corrisposto somme soggette a ritenuta alla fonte su redditi di capitale; compensi per avviamento commerciale; contributi a enti pubblici e privati; riscatti da contratti di assicurazione sulla vita; premi, vincite e altri proventi finanziari; o utili derivanti da partecipazioni in società di capitali, titoli, indennità di esproprio e redditi diversi.

vota  
Con l'inserimento dei miei dati dichiaro di aver preso visione ed accettato il Trattamento dei Dati
SULLO STESSO ARGOMENTO
A Milano il fisco si paga a rate

del 16/07/2010

Secondo i dati della società che dal 2006 si occupa della riscossione delle imposte per conto dello...

I Dottori commercialisti e la nuova tariffa unificata

del 16/07/2010

Ieri il Consiglio di Stato ha dato parere positivo sulla nuova tariffa unificata dei dottori comme...

Aumenta il compenso dei 730

del 13/09/2010

Il compenso per Caf e professionisti per ogni dichiarazione elaborata e trasmessa per l'attività svo...