Consulenza o Preventivo Gratuito

Caos Tasi

del 09/06/2014

La nuova scadenza per il pagamento della TASI è stata fissata al 16 ottobre 2014, qualora il Comune non abbia provveduto alla delibera delle aliquote entro il 23 maggio 2014.

Questo vale solo per i Comuni che delibereranno entro il 19 settembre. Per chi ritarderà ulteriormente, invece, si profilerebbe il versamento al 16 dicembre 2014, con aliquota base all'1 per mille.

Non è invece in programma nessuna proroga per quel che riguardi l'IMU, dato che l'acconto dell'imposta municipale va pagato entro il 16 giugno 2014 in tutti i Comuni, utilizzando le aliquote stabilite per il 2013, mentre quelle fissate per il 2014 saranno utilizzate per il calcolo del saldo del 16 dicembre 2014.

Il problema qui è legato ai codici identificativi di pagamento ancora sconosciuti e senza di esse, banche ed uffici postali non accettano alcun modello F24.

In generale, l'acconto IMU va versato in base alle aliquote dell'anno 2013, ma potrebbe essere utile verificare che il Comune non abbia deciso per quest'anno parametri nuovi, magari più favorevoli: in tal caso il pagamento in base alle nuove aliquote, eviterebbe ai contribuenti di anticipare una quota eccessiva di imposta, che comunque alleggerirebbe il saldo di dicembre, dal momento che le aliquote deliberate hanno valore retroattivo per tutto l'anno, quindi un versamento misurato da queste ultime non dovrebbe produrre problemi o sanzioni.

Versano ancora l’IMU esclusivamente le abitazioni principali “di lusso”, comprese nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9, e le pertinenze superiori all’unità del tipo C/2, C/6 e C/7, nonché coloro che possiedono immobili diversi dall’abitazione principiale o aree edificabili e i terreni agricoli (che sono invece esclusi da Tasi).

Esclusi dal tributo rimangono, invece, le abitazioni principali non di lusso, i fabbricati rurali strumentali all'attività agricola (che versano la TASI) e i terreni agricoli condotti e posseduti da CD e IAP, nonché quelli situati in comuni collinari e montani (un decreto dell'Economia avrebbe dovuto riscrivere l'elenco dei Comuni montani o collinari in cui si applica l'esenzione, ma il provvedimento non ha ancora visto la luce per cui al momento vale la vecchia lista della Circolare del ’93).

vota  
Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c
SULLO STESSO ARGOMENTO
A Milano il fisco si paga a rate

del 16/07/2010

Secondo i dati della società che dal 2006 si occupa della riscossione delle imposte per conto dello...

I Dottori commercialisti e la nuova tariffa unificata

del 16/07/2010

Ieri il Consiglio di Stato ha dato parere positivo sulla nuova tariffa unificata dei dottori comme...

Aumenta il compenso dei 730

del 13/09/2010

Il compenso per Caf e professionisti per ogni dichiarazione elaborata e trasmessa per l'attività svo...