Consulenza o Preventivo Gratuito

Benzina il MISE lancia l'App per risparmiare

del 26/05/2014

Una delle cose vietatissime, quando si guida, è usare il cellulare. Nonostante questo, da ora, il cellulare sarà il migliore amico dell'automobilista. Il Ministero dello Sviluppo Economico ha infatti lanciato un'applicazione gratuita per smartphone e tablet per poter individuare il distributore di benzina più vicino con il prezzo più basso. La nascita di questa App è legata al costante aumento del prezzo del carburante che ha fatto registrare nel nostro Paese una contrazione degli acquisti di benzina e gasolio. Si tratta di un aumento, come ha precisato Simona Vicari, sottosegretario del Ministero, derivante non solo dalla percezione degli automobilisti ma da dati reali e oggettivi. Per il Centro Studi Promotor il consumo di carburante sarebbe diminuito dell'1,8% nel primo quadrimestre del 2014. Una percentuale che corrisponde ad una diminuzione dei consumi pari ad un quinto rispetto agli stessi mesi del periodo che ha preceduto la crisi. La contrazione degli acquisti di carburante si ripercuote, in prima battuta, sui gestori che hanno registrato un calo degli incassi di 934 milioni di euro; ma anche sullo Stato che ha perso 167 milioni di euro.

Secondo le previsioni del MISE, la diffusione dell'App per dispositivi mobili consentirà l'aumento della concorrenza fra gestori che farà abbassare i prezzi con relativo giovamento per gli automobilisti. Il nome dell'applicazione promossa dal Ministero è "Osserva Prezzi" ed è stata sviluppata in collaborazione con Infocamere ed Unioncamere. Gli utilizzatori del sistema operativo Android possono scaricarla gratuitamente da Google Play mentre per la versione di iOS di Apple arriverà presto su iTunes.

Il funzionamento è molto semplice. "Osserva Prezzi" procederà prima di tutto ad individuare la nostra posizione al momento della consultazione per poi indicarci tutti i distributori di benzina vicini a noi in un raggio di cinque km. L'utente allora procederà alla scelta del tipo di carburante di cui ha bisogno e l'App segnalerà le stazioni di servizio con un semaforo rosso, giallo o verde in base ai prezzi applicati.

Al momento l'App consente di trovare il 70% dei distributori italiani, circa tre su quattro. L'elemento più importante è che non si rischiano fregature perché non potranno essere inseriti dati falsi, pena una multa fino a 5mila euro per ogni segnalazione non corrispondente alla realtà. E sarà lo stesso automobilista a poter segnalare alla polizia locale le incongruenze fra i risultati della ricerca e i prezzi esposti alla stazione di servizio.

La reazione delle associazioni dei consumatori al lancio dell'App non è stata unanime: alcune hanno espresso soddisfazione mentre altre, come ad esempio il Codici, Centro per i Diritti del Cittadino e il Codacons, non si sono mostrate entusiaste. Quest'ultima in particolare ritiene che piuttosto che monitorare listini dei distributori, “il ministero dovrebbe intervenire introducendo sanzioni contro le speculazioni sui listini".

vota  
Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c
SULLO STESSO ARGOMENTO
A Milano il fisco si paga a rate

del 16/07/2010

Secondo i dati della società che dal 2006 si occupa della riscossione delle imposte per conto dello...

I Dottori commercialisti e la nuova tariffa unificata

del 16/07/2010

Ieri il Consiglio di Stato ha dato parere positivo sulla nuova tariffa unificata dei dottori comme...

Aumenta il compenso dei 730

del 13/09/2010

Il compenso per Caf e professionisti per ogni dichiarazione elaborata e trasmessa per l'attività svo...