Consulenza o Preventivo Gratuito

Direttiva Macchine 2006/42/CE

del 27/05/2014

Direttiva Macchine 2006/42/CE; Valutazione dei Rischi per le Macchine e le Quasi-Macchine; Fascicolo Tecnico delle Macchine

La Direttiva Macchine o MD (Machinery Directive) è l’insieme di regole definite dall'unione europea attraverso cui i costruttori di macchine sono obbligati a garantire i requisiti essenziali di macchine (dispositivi dal funzionamento indipendente dalla presenza di altri dispositivi) o quasi-macchine (dispositivi ausiliari ad altri) immesse sul mercato europeo. Attraverso la sua applicazione il costruttore garantisce al mercato la rispondenza dei propri prodotti a tutti i principi di salvaguardia della sicurezza del prodotto e dell’utilizzatore. La MD si applica a tutte le macchine o quasi-macchine fisse, mobili, trasportabili e di sollevamento/spostamento. Alcune macchine possono essere escluse dal campo d'applicazione della direttiva perché sottostanno a norme o direttive specifiche. La direttiva differenzia le macchine in due grandi macro gruppi.

Macchine che devono essere certificate da Enti Terzi

Sono quelle considerate potenzialmente molto pericolose. Sono contenute nell’Allegato IV della MD e la loro conformità è stabilita nel corso di procedure di valutazione eseguite da appositi enti (organismi notificati);

Macchine che possono essere autocertificate dal produttore

Per queste è sufficiente redigere e conservare un Fascicolo Tecnico in accordo con quanto riportato nell'allegato V della direttiva stessa.

Più precisamente, il costruttore è obbligato a predisporre e conservare un Fascicolo Tecnico della Costruzione per le macchine e una Documentazione Tecnica Pertinente per le quasi-macchine, che è la raccolta dei documenti e delle specifiche di progetto del prodotto e che dimostrerà che la macchina è conforme ai requisiti stabiliti dalla MD. Esso deve riguardare la progettazione, la fabbricazione e il funzionamento della macchina nella misura necessaria ai fini della valutazione della conformità.

La redazione del Fascicolo Tecnico della Costruzione deriva da un processo iterativo alla base del quale si utilizza la Valutazione dei Rischi. La Valutazione dei Rischi è un procedimento attraverso cui si prendono in considerazione i rischi legati all’utilizzo e al funzionamento del prodotto e i possibili pericoli derivanti; e attraverso cui si pesano le azioni correttive che si attueranno per ridurre l’entità e la gravità dell’effetto del rischio residuo. In sostanza, con la Valutazione dei Rischi l’obiettivo è circoscrivere e limitare i possibili problemi di sicurezza d’uso dei dispositivi.

Al termine della fase di redazione del fascicolo tecnico, il costruttore rilascia:

- la Dichiarazione "CE" di Conformità: l’atto con cui il fabbricante dichiara, sotto la propria personale responsabilità, che il prodotto è conforme ai requisiti essenziali di sicurezza. La dichiarazione CE contiene obbligatoriamente il preciso elenco dei requisiti essenziali di sicurezza (RES) ottemperati e l'indicazione esplicita della persona autorizzata a costituire la Documentazione Tecnica Pertinente o il Fascicolo Tecnico della Costruzione;

- il Manuale d'Uso e Manutenzione: è parte integrante della macchina. Esso è il mezzo tramite il quale il fabbricante ed il progettista si rivolgono all'utilizzatore per illustrargli il funzionamento della macchina e le caratteristiche di integrazione uomo-macchina;

-il Marchio CE apposto nelle immediate vicinanze del nome del fabbricante: la marcatura CE dichiara che il produttore-distributore si assume la responsabilità del prodotto, permettendone la libera circolazione in Europa e l'identificazione dei prodotti non conformi.

È importante nell’applicazione della Direttiva Macchine un corretto approccio che garantisca l’efficienza del lavoro: in sostanza, deve essere chiara e netta l’applicazione delle poche normative cui il dispositivo deve sottostare caso per caso e non si deve mai perdere di vista la funzionalità e l’efficienza del processo nel quale il dispositivo verrà impiegato.

A giudizio del sottoscritto, la MD è uno degli strumenti di maggiore tutela del consumatore nei confronti della corretta progettazione e costruzione di macchine, perché propone il rispetto di regole di sicurezza come argomento da tradurre in un netto vantaggio competitivo sul mercato.


vota  
Con l'inserimento dei miei dati dichiaro di aver preso visione ed accettato il Trattamento dei Dati