Consulenza o Preventivo Gratuito

Segreto bancario

del 19/05/2014

L’OCSE (L’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico) con lo scopo di rafforzare la lotta contro l’elusione e l’evasione fiscale internazionale,  ha pubblicato un nuovo modello di standard per lo scambio automatico di informazioni fiscali tra Stati.  Tale modello denominato Common Reporting Standard (CRS), basato sul FATCA americano, prevede  la trasmissione sistematica e periodica di un grande quantitativo di informazioni fiscali tra gli Stati sul diverse categorie di reddito.

Lo standard si compone di due parti: il CRS vero e proprio, contenente le procedure a carico degli intermediari e il modello Competent Authority Agreement (CAA) che regola l’oggetto dello scambio di informazioni. Il documento disciplina gli aspetti pratici della procedura di scambio, partendo dalla specificazione delle istituzione che sarebbero interessate all’acquisizione delle informazioni, i dati da trasmettere, fino alle procedure che dovranno essere eseguite dagli intermediari.

Il modello in esame è stato firmato da 44 Paesi, tra quali anche Singapore e Svizzera, che si dovranno impegnare a recepirlo negli ordinamenti nazionali con apposita legge, secondo un prestabilito calendario con primi adempimenti programmati a partire dal 31 dicembre 2014. Infatti gli intermediari finanziari dovranno raccogliere le informazioni sia sui conti intrattenuti a tale data sia su quelli aperti successivamente, anche se il primo invio di informazioni tra gli stati verrà effettuato nel 2017. Le procedure previste nel CRS comporteranno l’obbligo per le banche di acquisire dettagliate informazioni sui non residenti, che dovranno essere inviate in modo automatico alle autorità dello stato di residenza del titolare, portando di fatto la fine del cd segreto bancario.

vota  
Con l'inserimento dei miei dati dichiaro di aver preso visione ed accettato il Trattamento dei Dati