Consulenza o Preventivo Gratuito

Ecoincentivi si parte

del 06/05/2014

Ecoincentivi si parte

Sono arrivati gli ecoincentivi del Governo per l'acquisto di auto e moto ecologiche. A partire dal 6 maggio si potrà usufruire degli sconti per i mezzi "a basse emissioni complessive" in commercio. Come si ottengono gli ecoincentivi e quali veicoli si possono comprare?

I bonus stanziati dal Governo possono essere utilizzati per l'acquisto di motocicli, ciclomotori, quadricicli, automobili e veicoli commerciali con bassa emissione di CO2, comunemente detta anidride carbonica. Per quest'anno lo Stato ha stanziato circa 63 milioni di euro, metà dei quali utilizzabili dai privati cittadini. Questa decisione è stata presa per evitare quanto accaduto l'anno scorso quando i fondi stanziati sono esauriti in pochissimo tempo lasciando molti a bocca asciutta. Lo stanziamento delle risorse non è però spalmato equamente su tutte le tipologie di vetture.

Il 15% del totale, dunque circa 9 milioni e mezzo è destinato ai veicoli "puri" a quelli cioè che sono alimentati elettricamente e dunque hanno emissioni zero e a quelli a bassa emissione CO2. Vengono definiti a bassa emissione di CO2 i motori che ne emettono al massimo 50 grammi per chilometro percorso. In questo caso, inoltre, non è necessario possedere un veicolo da rottamare. Anche per i veicoli che emettono fino a 95 grammi per chilometro percors onon sarà necessario un veicolo da rottamare e in questo caso i finanziamenti sono un po' più cospicui; corrispondono al 35% del totale per una cifra che si aggira intorno ai 22 milioni di euro. Gli ecobonus potranno essere utilizzati anche per le auto aziendali ma in questo caso è necessario avere un vecchio veicolo che abbia più di 10 anni da rottamare per sostituirlo con uno meno inquinante.

I veicoli che possono essere acquistati con gli ecobonus, come si è detto, sono quelli che producono una ridotta quantità di anidride carbonica. Sono quindi compresi sia quelli che utilizzano le sole energie a basso impatto di CO2 che quelli a doppia alimentazione; quindi tutti i mezzi a gpl, metano, elettrici, alimentati con il biometano e i biocarburanti in genere ed ad idrogeno.

Gli ecoincentivi inoltre non sono uguali per tutti i tipi di veicoli. Si possono ottenere al massimo 5 mila euro per le auto o i motocicli meno inquinanti cioè quelli che emettono fino ad un massimo di 50 grammi per chilometro. Per le cosiddette auto ibride, cioè quelle che hanno due sistemi di motorizzazione, ad esempio a benzina e a gpl, con soglia massima di CO2 pari a 95 grammi per chilometro, ci sono fino a 4 mila euro. Per tutti gli altri veicoli il bonus è inferiore ma non scende sotto i duemila euro.
I bonus per l'acquisto vengono per metà coperti dai fondi statali mentre l'altra metà sarà a carico del rivenditore che poi si rifarà sullo Stato attraverso un'apposita procedura.

vota  
Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c