Consulenza o Preventivo Gratuito

E’ rapina anche se la refurtiva viene recuperata

del 01/10/2010

E’ rapina anche se la refurtiva viene recuperata

Un uomo è stato condannato per rapina aggravata, violazione di domicilio, resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamento aggravato ai danni di una società anche se nello svolgimento dei fatti criminosi, non aveva ancora completato la sottrazione del bene e non se ne era impadronito per via il costante controllo della sua azione da parte della vittima prima e dei Carabinieri poi. L’imputato ha presentato ricorso in merito ritenendosi colpevole solo di un tentativo di rapina impropria e non di un reato effettivamente consumato. Per contro, i giudici di Cassazione, con sentenza n. 35006 del 28 settembre 2010, hanno ritenuto corretta dal punto di vista logico e giuridico la conclusione formulata dai giudici di merito: "il pieno impossessamento si era già verificato e solo con l'inseguimento dei Carabinieri poteva essere recuperato quanto sottratto nei locali della società”; inoltre non poteva sostenersi un controllo continuo sulle azioni del ricorrente "poiché si era trattata di una mera segnalazione da parte di una persona che evidentemente aveva sentito i rumori, ma non aveva controllato pienamente i movimenti del ladro".

a cura della Redazione

vota  
Con l'inserimento dei miei dati dichiaro di aver preso visione ed accettato il Trattamento dei Dati