Consulenza o Preventivo Gratuito

MICE, industria congressuale in crescita

del 20/03/2014

Nel marasma della crisi con le imprese che chiudono, i conti in rosso le emigrazioni di massa c'è, forse, un timido bagliore che porta speranza. Si tratta di Expò 2015 che si terrà l'anno prossimo a Milano tra Maggio e Ottobre. Grazie a questa iniziativa sarò infatti possibile dare risalto ad uno dei settori ancora in crescita in questo Paese. L'industria congressuale.

I posti di lavoro che l'evento voluta dal Governo, dalla regione Lombardia, dalla Provincia e dal Comune di Milano e dalla Camera di Commercio di Milano sta producendo sono almeno 5000 e sta coinvolgendo sempre più imprese. Anche l'indotto cresce costantemente e molte aziende che rischiavano il tracollo potrebbero ritrovare un po' di respiro. L'economia del nostro Paese potrebbe ripartire proprio da Milano e questa, finalmente, è una buona notizia. Il lavoro, in Italia, è un diritto inviolabile. Lo dice la costituzione nel suo primo articolo e ciò significa che è l'elemento fondamentale assieme alla democrazia. Nonostante questo sembra che non si parli tanto di Expò o, quantomeno, sembra che le reali opportunità che l'evento produce non siano esaltate abbastanza.

Il settore dell'industria che ruota intorno ai congressi sembra non aver ancora risentito della crisi e l'Italia, che nonostante tutto si distingue in molti ambiti per le sue eccellenze e per la qualità dei suoi prodotti, emerge anche stavolta perfino a livello europeo. Sono milioni le persone che ogni giorno vengono coinvolte nell'attività di organizzazioni congressuali, ma non se ne parla spesso. Il neo ministro per i beni culturali e il turismo, Dario Franceschini, ha definito tutto il settore congressuale, "vera miniera". Lo ha detto pochi giorni fa in un incontro a Venezia durante il quale si trattava proprio il tema delle potenzialità di queste attività. Il fatturato dell'industria congressuale è di 15,9 miliardi e produce 288mila posti di lavoro. Nel 2013 è stato registrato un aumento della produzione delle aziende agricole e industriali, di alberghi e ristoranti. 

Proprio in questa occasione il Ministro ha presentato un progetto di rilancio dell'industria congressuale italiana, si tratta del MICE, il Meetings, Incentives, Conferences, and Exhibitions, un tavolo di confronto e di lavoro nato in collaborazione con l'Enit (l'Agenzia Nazionale del Turismo), le Regioni, le Provincie autonome e le varie associazioni di categoria come Confturismo-Confcommercio, Federturismo-Confindustria, Confesercenti-Assoturismo. La struttura dovrà corrispondere a un modello organizzativo flessibile che dovrà permettere la coordinazione fra tutti questi attori.  L'obbiettivo di questo percorso condiviso è quello di istituire un convention bureau nazionale attraverso la sinergia di operatori privati e di tutte le associazioni imprenditoriali.

vota  
Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c