Consulenza o Preventivo Gratuito

A febbraio stallo dei consumi

del 07/03/2014

Secondo quanto riportato da Confcommercio, i consumi italiani, a febbraio subiscono ancora un trend negativo, a comprovare che le famiglie italiani stentano ad uscire dalla crisi.

L’indicatore dei consumi della Confcommercio a gennaio ha fatto registrare un calo su base annua pari all’1,6%, mentre la stima congiunturale mostra una contrazione pari a sei decimi di punto. Tali riscontri sottolineano in maniera evidente l’insieme delle difficoltà affrontate dal sistema economico del nostro Paese che, dopo ben due anni caratterizzati dalla recessione, stenta a rimettersi in sesto lungo la strada dello sviluppo, non riuscendo pertanto a creare una rete di coinvolgimento delle domande dei nuclei familiari.

I consumi in Gennaio hanno subito una brusca frenata dopo un breve periodo di timidi segnali di ripresa. L’ultimo trimestre del 2013 era stato, infatti, caratterizzato da una stabilizzazione dei consumi. Il calo verificatosi a partire da gennaio indica l’inizio di una nuova fase di stallo opposta quindi alla sperata ripresa. A un tale parere la Confcommercio giunge considerando che, in aggiunta al ridimensionamento registrato, vengono altresì vagliati altri elementi quali la complessità del quadro congiunturale dell’economia del nostro Paese sottolineata dagli altri indicatori dell’economia reale.

Come se non bastasse, un altro dato negativo è rappresentato dalla perdita di fiducia dei nuclei familiari, che, va ad aggiungersi alle contestuali problematiche generate dalla contrazione subita sia sul piano occupazionale che su quello relativo al debito. Parallelamente però la fiducia delle imprese è migliorata, sebbene l’economia reale non abbia dato indicazioni positive per quel che concerne la possibile accelerazione delle attività produttive, infatti, dopo un timido aumento registrato a gennaio, febbraio è stato caratterizzato da un contenuto arretramento della produzione. In conclusione, i dati inerenti gli ordini dei primi due mesi dell’anno in corso non fanno presupporre un possibile recupero della produzione entro breve.


vota  
Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c