Consulenza o Preventivo Gratuito

Lenta ripresa per l'Italia

del 03/03/2014

In occasione di una conferenza organizzata dalla Bundesbank, Mario Draghi evidenziato che per riguarda l’Europa, non si può parlare di deflazione, in quanto nel mese di gennaio la media dell’inflazione era posta a otto decimi di punto.

In ogni caso il contesto economico e finanziario europeo attuale non è privo di rischi, infatti il presidente della BCE ha affermato che un "livello basso per un periodo di tempo prolungato è un rischio in sé, perché offre solo un ridotto margine di sicurezza rispetto allo zero".

Il basso livello di inflazione a due fattori cruciali: da un lato, la pressione al ribasso dei prezzi dell'energia e, dall’altro, un’incidenza degli sforzi di riequilibrio interni compiuti da alcuni dei Paesi membri. Inoltre bisogna considerare che l’annunciata bassa inflazione che ancora persisterà sarà essenzialmente dovuta a una persistente debolezza della domanda, nonostante sul punto lo stesso Draghi abbia ammesso che non ci sono prove circa un rinvio dei piani di spesa dei consumatori, elemento costante nella fase di deflazione. In ogni caso l’istituto ha dato la propria assicurazione che interverrà tempestivamente lì dove dovessero emergere segnali di “ulteriori rischi al ribasso per la stabilità dei prezzi".

In ogni caso, il presidente della BCE non esclude la possibilità che sia in atto una ripresa economica timida, ma pur sempre presente. "Nell'Eurozona si registra un graduale rafforzamento della ripresa economica, sebbene con un andamento lento e diseguale", ha affermato Draghi, sottolineando altresì che sono tangibili i segni e le influenze "di riforme ambiziose, destinate a rimuovere i principali ostacoli sulla via della stabilità economica e della crescita". Ma la partita non è però chiusa, almeno non lo è per la zona euro che è chiamata ad andare avanti superando l’attuale periodo problematico. L’euro gruppo, secondo il presidente della Banca centrale europea, dovrà infatti fare i conti con nuove sfide per le quali “servono continui sforzi per le riforme per far sì che la ripresa si dimostri sostenibile".

vota  
Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c
SULLO STESSO ARGOMENTO
A Milano il fisco si paga a rate

del 16/07/2010

Secondo i dati della società che dal 2006 si occupa della riscossione delle imposte per conto dello...

I Dottori commercialisti e la nuova tariffa unificata

del 16/07/2010

Ieri il Consiglio di Stato ha dato parere positivo sulla nuova tariffa unificata dei dottori comme...

Aumenta il compenso dei 730

del 13/09/2010

Il compenso per Caf e professionisti per ogni dichiarazione elaborata e trasmessa per l'attività svo...