Consulenza o Preventivo Gratuito

Boom di richieste di disoccupazione

del 08/01/2014

Boom di richieste di disoccupazione

Secondo quanto indicato dall’INPS, nel corso del 2013, le ore autorizzate di cassa integrazione hanno abbondantemente superato il miliardo (1.075 milioni) pur registrando un calo dell'1,36% rispetto al 2012.

L'Inps evidenzia che a dicembre le ore autorizzate sono state 85,9 milioni (-0,7% su dicembre 2012): un calo da attribuire interamente agli interventi di cassa integrazione ordinaria e in deroga, calate rispettivamente del -9,4% (da 26,1 milioni a 23,6 milioni di ore autorizzate) e del -16,7% (a 22,4 milioni di ore). La cassa integrazione straordinaria, sottolinea l'Inps, fa segnare un aumento del +18,8% raggiungendo i 40 milioni di ore. Il calo dell'1,36% delle ore di cassa registrato nell'intero 2013 è stato determinato interamente dalla riduzione della cassa straordinaria in deroga (-22,93%), mentre la cassa ordinaria è cresciuta su base annua del +2,37% e quella straordinaria del +14,64%.

Per ciò che concerne le domande di disoccupazione, tra gennaio e novembre 2013 ne sono state presentate all'Inps 1.949.570 con un aumento del 32,5% rispetto alle domande presentate nei primi 11 mesi del 2012. L'ente di previdenza spiega anche che a novembre sono state presentate 130.795 domande di ASpI, 45.844 di mini ASpI e 556 domande di disoccupazione (tra ordinaria e speciale edile). Una distinzione che si spiega con il cambio di normativa dello scorso anno con l'entrata in vigore delle nuove prestazioni per la disoccupazione involontaria, ASpI e mini ASpI: le domande che si riferiscono a licenziamenti avvenuti entro il 31 dicembre 2012 continuano ad essere classificate come disoccupazione ordinaria, mentre per quelli avvenuti dopo il 31 dicembre 2012 le domande sono classificate come ASpI e mini ASpI.

Secondo le stime preliminari dell’ISTAT, in Italia, continua a crescere la perdita dei posti di lavoro. Infatti a  novembre, il tasso di disoccupazione è arrivato al 12,7%, in aumento di 0,2 punti percentuali rispetto al mese precedente e dell'1,4% su base annua. In termini assoluti sono state 55mila le persone che hanno perso il lavoro in un mese, 448mila in un anno.

E’ da sottolineare che lo scenario è drammatico per i ragazzi, in quanto la disoccupazione giovanile sale al 41,6%, in aumento dello 0,2% rispetto ad ottobre e del 4% rispetto a novembre 2012. L'Istat spiega che il tasso è al massimo livello dall'inizio delle serie storiche, ovvero dal 1977!!!

vota  
Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c