Consulenza o Preventivo Gratuito

Mutui, leasing e interessi da restituire

del 16/10/2013

Mutui, leasing e interessi da restituire

Al fine di disciplinare l’usura, è stata emanata la legge n. 108/1996 la quale ha stabilito un limite oggettivo ai tassi di interesse sui finanziamenti oltre il quale gli stessi sono considerati usurari.

L’art. 1 legge n.108/1996 prevede che per la determinazione del tasso di interesse usurario si tiene conto delle commissioni, remunerazioni a qualsiasi titolo e delle spese, escluse quelle per imposte e tasse, collegate all’erogazione del credito. Pertanto tutti gli oneri e spese, ivi comprese quelle assicurative e le commissioni di massimo scoperto e con esclusione solo di quelle fiscali, devono essere considerate ai fini del conteggio.

La Cassazione recentemente ha, poi, con sentenza n. 350/2013 stabilito che “ai fini dell’applicazione dell’art. 644 c.p. e dell’art. 1815 2° comma c.c. si intendono usurari gli interessi che superano il limite stabilito dalla legge, nel momento in cui sono promessi o comunque convenuti, a qualunque titolo, quindi anche a titolo di interessi moratori”.

Considerando, dunque, con particolare riferimento ai mutui, leasing e finanziamenti in genere, il cumulo degli interessi previsti dai contratto (TAN) e gli interessi di mora,  spesso si è verificato il superamento del tasso soglia usurario (TSU).

Se dunque sono stati convenuti  al momento della stipula del contratto interessi usurari, ci troveremo di fronte alla c.d usura originaria e ai sensi dell’art. 1815 2° comma c.c. non saranno dovuti gli interessi per l’intero contratto. Pertanto la banca o la società di leasing o finanziaria dovrà restituire  tutti gli interessi pagati e dovranno essere azzerati gli interessi sino alla fine del rapporto.

Se invece l’originario tasso è diventato successivamente, nel corso del rapporto, superiore al tasso soglia rilevato di tempo in tempo, l’usura sarà sopravvenuta e saranno dovuti gli interessi solo sino al limite del tasso soglia e non per l’eccedenza.

A fronte di ciò, i consumatori e le imprese potranno rivolgersi ad un avvocato al fine di richiedere, previa effettuazione da parte di un consulente dei conteggi idonei ad accertare nei mutui, leasing e finanziamenti in genere il superamento del tasso soglia usurario, la restituzione degli interessi indebitamente pagati.

Avv. Fabio Benatti

Studio Legale Avv. Fabio Benatti di Modena

vota  
Con l'inserimento dei miei dati dichiaro di aver preso visione ed accettato il Trattamento dei Dati
SULLO STESSO ARGOMENTO
A Milano il fisco si paga a rate

del 16/07/2010

Secondo i dati della società che dal 2006 si occupa della riscossione delle imposte per conto dello...

I Dottori commercialisti e la nuova tariffa unificata

del 16/07/2010

Ieri il Consiglio di Stato ha dato parere positivo sulla nuova tariffa unificata dei dottori comme...

Aumenta il compenso dei 730

del 13/09/2010

Il compenso per Caf e professionisti per ogni dichiarazione elaborata e trasmessa per l'attività svo...