Consulenza o Preventivo Gratuito

Redditometro e redditi controllati

del 27/09/2013

Redditometro e redditi controllati
Quali redditi sta controllando l’Agenzia delle Entrate tramite lo strumento del redditometro e qual’ è il limite massimo di incongruenza consentito?

Il redditometro è strumento di accertamento del reddito che consente di individuare delle incongruenze tra reddito esposto in fase di dichiarazione dei redditi e stile di vita sostenuto nello stesso periodo.

Compito del contribuente è conservare tutte le ricevute che attestino l’uscita di denaro e la sua coerenza con il reddito dichiarato.

L’Agenzia delle Entrate sta controllando il 2010, pertanto bisognerà rintracciare tutti i documenti relativi a tale periodo: estratti conto, polizze e assicurazioni, fatture per ristrutturazioni edilizie etc..

In caso si riceva la lettera dell’Agenzia delle Entrate, è necessario presentarsi entro 15 giorni e spiegare ogni singola voce contestata.

Il limite massimo di incongruenza consentito è di 12.000 euro. Superato questo limite bisognerà versare il 30% dell’importo massimo contestato dall’ente accertatore.

vota  
Con l'inserimento dei miei dati dichiaro di aver preso visione ed accettato il Trattamento dei Dati
SULLO STESSO ARGOMENTO
A Milano il fisco si paga a rate

del 16/07/2010

Secondo i dati della società che dal 2006 si occupa della riscossione delle imposte per conto dello...

I Dottori commercialisti e la nuova tariffa unificata

del 16/07/2010

Ieri il Consiglio di Stato ha dato parere positivo sulla nuova tariffa unificata dei dottori comme...

Aumenta il compenso dei 730

del 13/09/2010

Il compenso per Caf e professionisti per ogni dichiarazione elaborata e trasmessa per l'attività svo...