Consulenza o Preventivo Gratuito

Come sono tassate le STP

del 03/09/2013

Contatta | Chiomento Donatella
via Cavalli 30 Torino 10138 Torino (TO)

Con il Decreto del Ministero della Giustizia dell’8 febbraio 2013 n. 34, è stata introdotta la possibilità di costituire delle società tra professionisti (STP).  

I soci posso essere esclusivamente professionisti iscritti ad albi od ordini: architetti, avvocati, commercialisti, ingegneri, …

Sono esclusi coloro che, seppur denominati professionisti, non fanno parte di nessun albo o ordine: web designer, elettricisti, consulenti, programmatori, …

Ovvero non basta avere una partita IVA e lavorare in proprio per poter costituire una STP. La Società tra professionisti non è altro che una normale società di persone (sas, snc, ss), di capitali (srl, spa, sapa) o cooperativa nella quale possono coesistere più figure professionali. Nel momento in cui uno dei soci, abbia il primo contatto con un cliente, dovrà fornire obbligatoriamente le seguenti informazioni: 1) comunicare che l’incarico potrebbe venire eseguito da uno qualsiasi dei soci che abbia le competenze professionali per ottemperarlo; 2) comunicare il diritto a scegliere uno o più soci che possano eseguire l’incarico; 3) comunicare la lista di tutti i soci facenti parte della STP, con le relative qualifiche.

Come vengono tassate?

Nonostante il DM 34/2013 sia stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 81 del 6 aprile 2013, non esiste ancora nulla di certo riguardo la tassazione delle STP. Il dubbio si concentra su una questione fondamentale: il reddito ha natura di reddito di impresa o di lavoro autonomo?

Sicuramente sarà soggetto ad IRAP con aliquota minima del 3,9%,  e ad IRES con aliquota del 27,5% dell’utile.

Un’altra certezza riguarda  le società composte da avvocati, in quanto la risoluzione 118/E del 2003 dell’Agenzia delle Entrate sostiene che il reddito sia equiparato al lavoro autonomo.

Per altri tipi di STP composte da professionisti che non siano avvocati, possiamo dedurre che il reddito potrebbe venir equiparato a reddito d’impresa, in quanto, in mancanza di una specifica disposizione, si dovrebbe far capo al regime contabile portato dal tipo di società scelta (contabilità semplificata per le società di persone e ordinaria per le società di capitali).

vota  
Con l'inserimento dei miei dati dichiaro di aver preso visione ed accettato il Trattamento dei Dati
SULLO STESSO ARGOMENTO
A Milano il fisco si paga a rate

del 16/07/2010

Secondo i dati della società che dal 2006 si occupa della riscossione delle imposte per conto dello...

I Dottori commercialisti e la nuova tariffa unificata

del 16/07/2010

Ieri il Consiglio di Stato ha dato parere positivo sulla nuova tariffa unificata dei dottori comme...

Aumenta il compenso dei 730

del 13/09/2010

Il compenso per Caf e professionisti per ogni dichiarazione elaborata e trasmessa per l'attività svo...