Consulenza o Preventivo Gratuito

Modello 730: le novità di maggiore impatto sui contribuenti

del 23/04/2013

Modello 730: le novità di maggiore impatto sui contribuenti

Come ogni anno l’arrivo dei modelli dichiarativi, in questo caso il Modello 730/2013, reca con sé il solito tourbillon di cambiamenti nelle modalità di compilazione: pertanto, qui di seguito, si cercherà di evidenziare tutte quelle novità per le quali, a nostro avviso, maggiore sarà l’impatto sui redditi dei contribuenti.

Innanzitutto parliamo del nuovo sistema di tassazione per terreni e fabbricati venutosi a creare con l’introduzione dell’IMU.

Per effetto di questa nuova imposta, infatti, a partire dall’esercizio 2012 i terreni non affittati (Quadro A) non scontano più l’IRPEF (e relative addizionali) sul proprio reddito dominicale, mentre l’ordinaria tassazione continuerà a gravare sul reddito agrario e sui terreni esenti da IMU (aree montane o collinari), pur se non affittati.

Parimenti, per i fabbricati non locati (Quadro B), l’IMU ha sostituito IRPEF ed addizionali sul reddito fondiario (che non andrà quindi più denunciato), mentre sconteranno l’ordinaria tassazione i fabbricati esenti da IMU, anche se sfitti. Nella particolarissima ipotesi, poi, di abitazione principale parzialmente locata, sarà dovuta sia IMU che IRPEF nel caso il canone annuo di affitto risulti superiore alla rendita catastale rivalutata.

Sempre in merito ai fabbricati, risulta completamente innovata la modalità di determinazione del reddito degli immobili di interesse storico ed artistico: infatti, se locati, il relativo reddito sarà costituito dal maggiore importo tra il 50% della rendita rivalutata ed il canone di locazione abbattuto del 35%; nell’ipotesi, invece, che risultino sfitti, eliminato il regime agevolato in base al quale il reddito era determinato utilizzando la minore tra le tariffe d’estimo previste per le abitazioni della zona censuaria in cui si trova il fabbricato, ora andrà sempre dichiarata la rendita effettiva, anche se ridotta alla metà.

Alcune modifiche, di carattere però solo compilativo, sono state introdotte anche nel Quadro C, relativo ai redditi di lavoro dipendente, dove andranno indicati particolari codici necessari per fruire delle agevolazioni per i lavoratori dipendenti che rientrano in Italia dall’estero o per docenti e ricercatori che, pur risiedendo all’estero, svolgevano attività nel nostro Paese, ovvero ancora per coloro che lavorano all’estero in zone di frontiera (cd. transfrontalieri) o in Paesi limitrofi, ma che comunque risiedono in Italia. Maggiormente significative sono, invece, le novità che hanno investito il Quadro E degli oneri e spese: infatti, per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio (Sezione III del Quadro citato), effettuati nel periodo tra il 26 giugno 2012 e il 30 giugno 2013, la detrazione passa dal 36% al 50% delle spese sostenute, il cui limite è ora addirittura raddoppiato (96 mila euro al posto dei precedenti 48 mila euro).

Di contro, a partire dal 2012, i contributi sanitari obbligatori (CSSN) versati con il premio dell’assicurazione RC auto saranno deducibili solo per la parte che eccede i 40 euro.

Da ultimo rileviamo la presenza di 3 nuovi soggetti (che si aggiungono ai 7 precedenti) quali beneficiari della scelta del contribuente per la destinazione dell’8 per mille del proprio reddito. Infine ricordo che il modello 730/2013 è scaricabile dal sito dell’Agenzia delle Entrate:  la si può compilare online, stampare e consegnare al proprio commercialista.

Se è il datore di lavoro oppure l’ente pensionistico a prestare assistenza fiscale, il 730 deve esser presentato entro il 30 aprile 2013; se, invece, è stata richiesta l’assistenza nella compilazione di un Caf o di un professionista abilitato all’invio telematico la scadenza è quella del 31 maggio 2013.

vota  
Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c
SULLO STESSO ARGOMENTO
A Milano il fisco si paga a rate

del 16/07/2010

Secondo i dati della società che dal 2006 si occupa della riscossione delle imposte per conto dello...

I Dottori commercialisti e la nuova tariffa unificata

del 16/07/2010

Ieri il Consiglio di Stato ha dato parere positivo sulla nuova tariffa unificata dei dottori comme...

Aumenta il compenso dei 730

del 13/09/2010

Il compenso per Caf e professionisti per ogni dichiarazione elaborata e trasmessa per l'attività svo...