Consulenza o Preventivo Gratuito

Indagine grafologica e calligrafica: le differenze

del 22/02/2013

Indagine grafologica e calligrafica: le differenze

Nell’indagine grafologica l’attenzione viene posta sul gesto grafico, considerato quale processo dinamico e complesso, non solo sulle forme delle singole lettere (come nell’indagine calligrafica) e, quindi, sulla scrittura intesa quale prodotto statico.

L’obiettivo dell’indagine grafologica è quello di stabilire se un determinato soggetto, tenuto conto delle specifiche capacità grafomotorio e di variazione, sia in grado di modificare la propria scrittura fino a realizzare una grafia compatibile con quella oggetto di accertamento.

L’analisi e la valutazione delle forme delle lettere costituisce, quindi, un aspetto parziale da integrarsi con la valutazione dei processi psico-neuro-fisiologici che consentono la produzione di una scrittura e la sua modificazione.

Nell’indagine grafologica sono confluiti l’approccio descrittivo “calligrafico”, oltre a numerosi altri approcci che, nel corso del tempo, si sono occupati di studiare, analizzare, descrivere e confrontare le scritture attraverso metodiche specifiche (grafoscopia, grafometria, grafonomia).

Le attribuzioni di perito/consulente calligrafo o/e grafologo vengono adoperate nella pratica quali sinonimi; importante è che l’utente sappia che entrambi i professionisti si occupano di determinane l’autografia di una scrittura e l’autenticità di un documento.

vota  
Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c