Consulenza o Preventivo Gratuito

Cessione d'azienda familiare e profili fiscali

del 23/01/2013

Contatta | Studio Motta
p.zza A. Diaz 1 Milano 20123 Milano (MI)
Cessione d'azienda familiare e profili fiscali

 

Per questo motivo una scelta di questo tipo non può essere lasciata al caso, ma deve essere opportunamente valutata e pianificata onde ridurne al minimo l’impatto. Questi aspetti dovrebbero essere ben noti alle aziende più strutturate e che sistematicamente si rivolgono al mercato per cessioni/acquisizioni.

Purtroppo con mio stupore non è sempre così e spesso interessanti opportunità di cessione possono essere penalizzate dalle conseguenze fiscali non sempre trascurabili.

Prendiamo in considerazione, anzitutto, il caso di cessione di quote di società con titoli non quotati in mercati regolamentati, quindi il classico esempio di azienda familiare o gruppo privato.

In regime ordinario, la cessione di quote può dar luogo ad una plusvalenza, che viene calcolata come differenza tra prezzo e valore fiscale delle quote (spesso coincidente con il valore nominale delle quote stesse). In tal caso, la plusvalenza ha la seguente tassazione:

 

1) partecipazioni non qualificate: sulla plusvalenza si paga il 12,5% (20% dal 2012) a titolo di imposta sostitutiva.

La plusvalenza, in questo caso, non fa cumulo con gli altri redditi della persona fisica e si versa in sede di dichiarazione dei redditi con il codice 1100. Si compila il quadro RT sezione I.

2) partecipazioni qualificate: sulla plusvalenza si paga il 40%. Il 40% (aliquota aumentata dal 1/1/2009 al 49,72%) della plusvalenza, in questo caso, fa cumulo con gli altri redditi della persona fisica (si paga sui dividendi anche l’addizionale regionale e comunale; reddito complessivo al netto degli oneri e spese deducibili da quadro RP).

Tuttavia, nel caso in cui le acquisizioni/cessioni di quote siano programmate e pianificate sistematicamente e seguite da professionisti specializzati, tali oneri fiscali possono essere significativamente contenuti.

Infatti, la normativa fiscale, consente – occasionalmente- di poter “rivalutare il valore fiscale delle quote” , cosiddetto “affrancamento”,  aggiornando, attraverso perizia asseverata il valore fiscale delle quote stesse.

In sostanza, l’incidenza fiscale viene contenuta grazie a due fattori:

-          Rivalutando il costo fiscale delle quote, l’eventuale plusvalenza fiscale tassata in regime ordinario si riduce, se non si annulla totalmente;

-          L’aliquota fiscale applicata è molto più bassa e il pagamento dell’imposta può essere dilazionato in tre rate annuali, distribuendo così il carico fiscale:

L’ultima opportunità concessa per effettuare la rivalutazione del costo delle quote prevedevala redazione e asseverazione, da parte di un professionista abilitato, della perizia giurata che deve individuare il valore del terreno/partecipazione all’1 luglio 2011;

il versamento dell’imposta sostitutiva calcolata applicando al valore del terreno o della partecipazione risultante dalla perizia, con le aliquote del: 2% per le partecipazioni non qualificate; 4% per le partecipazioni qualificate.

Non sono in grado al momento di dire se tale importante agevolazione  potrà essere utilizzata anche nel corso del 2013, ma il consiglio che posso darle è quello di  fare attenzione e sfruttare al meglio questi vantaggi.

 

 

 


 

vota  
Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c
SULLO STESSO ARGOMENTO
A Milano il fisco si paga a rate

del 16/07/2010

Secondo i dati della società che dal 2006 si occupa della riscossione delle imposte per conto dello...

I Dottori commercialisti e la nuova tariffa unificata

del 16/07/2010

Ieri il Consiglio di Stato ha dato parere positivo sulla nuova tariffa unificata dei dottori comme...

Aumenta il compenso dei 730

del 13/09/2010

Il compenso per Caf e professionisti per ogni dichiarazione elaborata e trasmessa per l'attività svo...