Il Professionista su misura per te
o richiedi una
Chiedi una Consulenza o Preventivo Gratuito

Vertenze legali: assistenza tecnica nelle vertenze legali

del 22/02/2017
CHE COS'È?

Vertenze legali assistenza tecnica nelle vertenze legali: definizione

L'assistenza tecnica nelle vertenze legali permette di trovare delle soluzioni in occasione dei contenziosi che sorgono in seguito alla risoluzione dei rapporti di lavoro o nel corso degli stessi. L'assistenza prevede una tutela dei lavoratori e una consulenza per l'interpretazione dei contratti di lavoro e delle leggi, ma anche una consulenza per le competenze di fine rapporto e il controllo delle buste paga.


COME SI FA

Come si svolge il servizio di assistenza tecnica fornito per le vertenze legali?

I lavoratori vengono informati a proposito dei loro diritti e delle eventuali violazioni che si riscontrano nelle varie tipologie dei rapporti di lavoro, sia che si tratti di rapporti subordinati o parasubordinati, sia che si tratti di rapporti atipici. Si procede, inoltre, alla verifica dei prospetti paga e al controllo delle competenze di fine rapporto. In più, vengono istruite tutte le pratiche che si rendono indispensabili per la tutela dei diritti eventualmente violati, anche grazie agli interventi di esperti e funzionari specializzati in diritto del lavoro. In caso di necessità, si ricorre anche alle consulenze di studi legali convenzionati.

L'assistenza tecnica nelle vertenze legali è gratuita?

Nel caso in cui ci si rivolga ai sindacati, l'assistenza tecnica per le vertenze legali è gratuita, a parte alcune eccezioni che, in ogni caso, vengono comunicate in maniera preventiva ai lavoratori. Le persone che ricevono l'assistenza possono, comunque, essere tenute a versare un corrispettivo sugli importi netti che vengono recuperati, sempre che - ovviamente - si tratti di vertenze con dei risvolti economici. 


CHI

I sindacati e i patronati.


FAQ

1. Che cosa sono le vertenze?

Quando si parla di vertenze si fa riferimento a denunce di controversie di lavoro particolari che cominciano quando i datori di lavoro non rispettano i diritti dei lavoratori sanciti dalle normative regionali e nazionali, dai contratti collettivi nazionali e da quelli aziendali. Che si parli di vertenze di lavoro o di vertenze sindacali, il concetto è sempre lo stesso: lo scopo è quello di provare a ricomporre una lite prima che si renda necessario proporre una vera e propria causa di lavoro. In sostanza, i lavoratori attraverso le vertenze denunciano una situazione ben precisa che ritengono lesiva dei loro diritti: a ricevere la denuncia è il sindacato, che dopo aver verificato che la stessa sia fondata, tenta di risolvere la vicenda convocando il datore di lavoro.

2. Quali sono i casi in cui è possibile aprire una vertenza legale?

Le circostanze che possono indurre a ricorrere a una vertenza legale sono molteplici: ciò può avvenire, per esempio, se la busta paga indica una somma diversa rispetto a quella che viene effettivamente pagata, se lo stipendio non viene erogato o se al lavoratore viene chiesto di sottoscrivere le dimissioni in bianco. Anche in presenza di anomalie registrate nel conteggio delle ferie e dei permessi - per esempio, la segnalazione di permessi non reali o la cancellazione di ferie che in realtà non sono state godute - si può ipotizzare di aprire una vertenza, e lo stesso vale nei casi in cui le indennità per astensione obbligatoria non siano riconosciute o le ore di lavoro straordinario siano computate in maniera non corretta. Infine, la rassegna di situazioni che possono sfociare in una vertenza include anche i licenziamenti senza preavviso che non sono accompagnati dalla corresponsione della necessaria indennità sostitutiva e il mancato pagamento del Tfr. 
vota  

Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c