Consulenza o Preventivo Gratuito

Fabrizia Zorzenon Design

Architetti

PRO

Rank 26


LO STUDIO

Nata a Gorizia nel 1982 e figlia di uno scenografo, Fabrizia Zorzenon deve la sua formazione culturale a una particolare combinazione di conoscenze tramandate ed esperienze vissute. Da un lato l’incredibile passione trasmessa dalla famiglia per la scenografia, il teatro e tutto ciò che concerne l’exhibition design e il mondo dell’effimero. Dall’altro un crescente interesse per il tema dell’architettura strutturale e per le lezioni di alcuni grandi maestri del Novecento, fra i quali Eduardo Torroja e Jorg Schlaich. Un interesse quest’ultimo coltivato soprattutto durante il suo periodo universitario, a Venezia prima e a Berlino poi, del quale figura chiave è sicuramente il professore Enzo Siviero (IUAV) e sotto la cui ala Fabrizia consegue nel 2011 il titolo di Dottore di Ricerca presso l’Università Internazionale di Nova Gorica con un saggio dal titoto “Footbridges as new urban spaces”. Una formazione contraddistinta dunque da una continua un’oscillazione tra discipline apparentemente distanti e che trova oggi risoluzione in un modo di progettare e concepire l’architettura come materia modellata secondo le leggi della natura e in grado, in quanto tale, di risuonare nell’essere umano cogliendone soprattutto il suo lato emotivo ed esperienziale. Ed è proprio tenendo fede a questa visione, che nel 2010 Fabrizia approda alla sua prima esperienza imprenditoriale fondando la società Officina 1159 srl, un laboratorio creativo di design e architettura temporanea impegnato nella progettazione e realizzazione di allestimenti espositivi per fiere, show-room e teatri. Nel corso dei due anni diversi sono i progetti che vedono la luce, non solo stand e negozi ma anche sale polifunzionali, ludoteche, progetti d'interni e oggetti di design come mobili e complementi. Di quest'ultimi è soprattutto la sua IMISS COLLECTION a richiamare l'attenzione del pubblico all'interno del Milano Design Week 2012, una collezione di mobili e complementi d’arredo in cartone ondulato riciclato la cui logica progettuale riflette una profonda affinità con un percorso di ricerca ricco d’intrecci e contaminazioni che contraddistingue oggi la professionalità del suo giovane architetto.

LE ATTIVITA'

Exhibition Design.
Progettazione e realizzazione di stand fieristici, show room, vetrine, mostre, eventi. Dall'individuazione del concept sotto forma di consulenza sino alla progettazione vera e propria dell'allestimento, alla ricerca dei migliori fornitori nell'ottica di un ragionevole rapporto qualità/prezzo e al monitoraggio dei lavori per garantire il risultato voluto.

Interior Design & Home Relooking
Dalla consulenza semplice, veloce ed economica per cambiare l'aspetto della tua casa sino alla progettazione e realizzazione dei singoli ambienti grazie alla collaborazione con esperti artigiani della zona di Treviso, Venezia e Padova.

Furniture Design
Sviluppo e prototipazione di nuovi concept e soluzioni per il living, il retail e l'exhibition.

ALTRI ARTICOLI DELL'AUTORE

Come scegliere il colore per le pareti di casa?

del 27/08/2012

Da sempre i colori vengono usati per comunicare specifici messaggi e questo processo di trasmissione...

FOTOGALLERY

CS Thermos - Exhibition Design

Progetto di Allestimento Fieristico - Progetto Fuoco - Verona - Febbraio 2012

Progress Plast Exhibition Design

Allestimento Fieristico Made Milano

Hotel Napoleone - Interior Design


PUBBLICAZIONI & PRESS

PUBBL
05/10/2011
University of Nova Gorica

Footbridges as new urban spaces

Towards the end of the 20th century a radical process of renewal took place in the world of infrastructural design. In particular the theme of footbridges has undergone a change that led to an enrichment of the engineering project with values and meaninings that one were only typical of architectural works.
In fact, while in the past footbridges were not really considered because of their small size, in conjunction with the advent in the new millennium they have been rediscovered as “vessels of metaphors” and a growing number of architects, as well as a new class of project engineers have started to notice the potential hidden behind their design. Hence, the birth of a new generation of footbridges, a new kind of infrastructural works deeply different from what was previously produced, especially at aesthetic and semantic level: from simple, anonymous structures capable only of crossing an obstacle, they have become in little more than 20 years real architectural elements of the contemporary landscape. Moreover, this change has found a correspondence even in the way of perceiving the pedestrian bridge beyond the accademic confines. Indeed, since the 90’s more and more magazines, specialized and not, have begun to deal with this issue, sign that these works are now collecting a new interest that goes beyond the idea of footbridge as merely structure to overcome obstacles and looks at the bridge in a different way giving it a new meaning. It is therefore around this theme of the meaning that the Author, Fabrizia Zorzenon, has focused her research whose ultimate is to give a definition of what really represents the pedestrian bridge today, a definition that seems to be reflected in the many urban policies oriented to a sustainable development that, since the end of the 80s, have tried to give a concret answer to the main ecological and social crises that affect the landscape in which we live today.

Tesi di Dottorato.
Download

LE PERSONE

Fabrizia Zorzenon

CEO&Founder

Sedi

Sede Operativa

04221784432   04221760273  

info@fabriziazorzenon.com  

via Enrico Dunant 3 Treviso 31100 Treviso (TV)

Team dello studio

Arch. Fabrizia Zorzenon

Arch. Fabrizia Zorzenon

CEO&Founder

Treviso

04221784432
 
info@fabriziazorzenon.com