Consulenza o Preventivo Gratuito

Venerdì piatto ricco in Cdm E Galan parla di quote latte

del 21/10/2010
di: Luigi Chiarello
Venerdì piatto ricco in Cdm E Galan parla di quote latte
Sarà un consiglio dei ministri ricco, quello convocato per venerdì prossimo alle ore 9,30 a Palazzo Chigi. Al Cdm, secondo quanto risulta a ItaliaOggi, dovrebbe partecipare anche il premier, Silvio Berlusconi, reduce dalla convalescenza per l'operazione alla mano sinistra. E il presidente del consiglio si troverà subito alle prese con un annoso problema politico interno alla maggioranza di governo: al tavolo del Cdm, il ministro alle politiche agricole, Giancarlo Galan, terrà una relazione sui problemi relativi al regime delle quote latte. Per quanto riguarda, invece, i provvedimenti in discussione, va subito detto che l'ordine del giorno stilato da Palazzo Chigi non prevede il decreto legge sulla tracciabilità dei flussi finanziari negli appalti. Non è escluso, però, che il testo arrivi fuorisacco. Sul tavolo del Cdm ci saranno invece:

- due decreti legislativi recanti norme di attuazione dello Statuto speciale della regione Trentino-Alto Adige. Uno relativo all'assistenza sanitaria ai detenuti e agli internati negli istituti penitenziari e un'altro recante modifiche ed integrazioni al dlgs n. 592/1993, in materia di tutela delle popolazioni ladina, mochena e cimbra della provincia di Trento.

- due dlgs recanti norme di attuazione dello Statuto speciale della regione Friuli-Venezia Giulia relativi a sanità penitenziaria e trasferimento di beni immobili e di impianti;

- altri tre decreti legislativi per l'attuazione di altrettante direttive: la 2008/51/CE (controllo dell'acquisizione e della detenzione di armi), la 2008/63/CE (concorrenza sui mercati delle apparecchiature terminali di telecomunicazioni) e la 2008/71/CE (identificazione e registrazione dei suini).

L'esecutivo, poi, esaminerà in via preliminare un ddl sui Trattati Ue e sul suo funzionamento. In esso c'è una delega al governo per l'adozione di nuove disposizioni per l'assegnazione del seggio supplementare del Parlamento europeo. E ancora:

- tre regolamenti presidenziali recanti il riordino di alcuni enti E cioè: l'agenzia per la diffusione delle tecnologie per l'innovazione, l'Istituto agronomico per l'Oltremare e l'Accademia nazionale dei Lincei;

- un ddl contenente norme per lo sviluppo degli spazi verdi urbani

- e un regolamento (dpr) sui criteri e le modalità di riconoscimento di forme organizzative speciali a favore delle fondazioni lirico-sinfoniche.

vota