Consulenza o Preventivo Gratuito

Apprendisti fai da te

del 02/10/2010
di: di Daniele Cirioli
Apprendisti fai da te
Sull'apprendistato, la cooperativa può optare per l'applicazione della disciplina contributiva che più ritiene conveniente scegliendo tra il premio speciale unitario e il premio all'aliquota dello 0,30% (compreso nel contributo Inps del 10%). Inoltre, il premio assicurativo è dovuto anche per i periodi di cassa integrazione. È quanto precisa, tra l'altro, l'Inail nella nota protocollo n. 7055/2010, in cui fornisce chiarimenti in merito al pagamento del premio assicurativo dei soci lavoratori di coop di facchinaggio.

Cassa integrazione. La prima precisazione riguarda il pagamento del premio con riferimento a quei soci che per un mese intero oppure un intero trimestre siano stati in cassa integrazione guadagni. In linea generale, spiega l'Inail, con la legge n. 142/2001 c'è stata la graduale equiparazione della retribuzione imponibile ai fini assicurativi dei soci lavoratori a quella effettiva della generalità dei lavoratori dipendenti. Ciò non ha comportato l'abrogazione della disciplina dei premi speciali unitari che, nel caso dei soci di coop in esame, continua a valere nella specie di premio unitario, annualmente rivalutato, rapportato alla nuova retribuzione e versato su base trimestrale indipendentemente dal numero delle giornate di lavoro effettivamente prestate dal socio. Questo premio speciale, inoltre, è soggetto alla riduzione di tanti terzi del suo ammontare per ogni mese solare intero che precede l'ingresso di un nuovo socio o che segue la data di recesso del socio dall'organismo associativo (coop). L'obbligo di contribuzione prescinde dall'effettiva prestazione lavorativa, con la conseguenza che i contributi non sono esclusi in tutti i casi di prestazioni non effettiva (malattia, infortunio, assenze). Pertanto, poiché il premio speciale unitario si versa a prescindere dalla prestazione lavorativa effettiva, ne deriva che lo stesso (premio) deve essere versato anche in relazione alle assenze dovute a periodi di cassa integrazione guadagni.

Apprendistato. Il secondo chiarimento riguarda il pagamento del premio con riferimento a quei soci con la qualifica di apprendista. In linea generale, spiega l'Inail, in caso di contratto di apprendistato è dovuta una contribuzione Inps a carico dei datori di lavoro in misura del 10% della retribuzione imponibile ai fini previdenziali. Il contributo è ripartito tra le gestioni previdenziali e per la quota dello 0,30% a favore dell'Inail. Considerata l'evoluzione normativa in materia di cooperative, che ha previsto l'equiparazione della retribuzione imponibile ai fini assicurativi dei soci lavoratori a quella effettiva valevole per la generalità dei lavoratori dipendenti, l'Inail ritiene che la predetta (nuova) disciplina contributiva possa essere applicata anche nei casi di soci lavoratori di cooperative di facchinaggio. In particolare, la cooperativa può optare, nei confronti dei soci che stipulano con la società (coop) un contratto di apprendistato, per l'applicazione della normativa contributiva di maggior favore per tutto il periodo di durata dell'apprendistato del socio lavoratore.

vota