Consulenza o Preventivo Gratuito

Economia e legalità in equilibrio

del 22/09/2010
di: di Maurizio Stella presidente Ugdcec di Catania
Economia e legalità in equilibrio
«Tra economia e legalità: un equilibrio possibile» è il titolo del prossimo Convegno nazionale dell'Unione giovani dottori commercialisti ed esperti contabili che si terrà a Catania nei giorni che vanno dal 30 settembre al 2 ottobre.

Autorevoli relatori provenienti dal mondo della politica, della magistratura, delle forze dell'ordine e delle professioni economico/giuridiche, analizzeranno il fenomeno dell'economia illegale e gli strumenti di ripristino della legalità.

Nel convegno saranno posti in relazione tra loro i due fenomeni dell'economia sommersa e dell'economia criminale, nella consapevolezza che essi indubbiamente caratterizzano e condizionano i processi di sviluppo dell'intero paese.

Lo scorso luglio l'Istat ha diffuso una statistica, con le stime aggiornate al 2008, del pil attribuibile alla parte di economia non osservata costituita appunto dall'economia sommersa. Tale stima riporta un sommerso economico compreso tra un minimo di 255 miliardi e un massimo di 275 miliardi di euro. Il peso del sommerso è compreso tra il 16,5 e il 17,5% del pil.

A questi dati vanno aggiunti quelli derivanti dal complesso fenomeno dell'economia criminale.

Sarà interessante indagare le dinamiche con cui questi due fenomeni si manifestano e come si strutturano i potenziali legami tra loro, approfondendo le tematiche legate al grado di penetrazione che riescono ad ottenere all'interno del sistema economico e della collettività in generale.

Sarà osservato il fenomeno dei «white collar crime» e saranno esaminati gli strumenti di prevenzione del crimine economico contenuti nel dlgs 231/2001.

Ulteriore approfondimento sarà riservato sulla normativa antiriciclaggio quale deterrente dell'azione criminale e sugli strumenti contenuti nel dlgs 74/2000. Ampio spazio sarà al tema della gestione dei sequestri e all'assegnazione dei patrimoni confiscati. In particolare sarà analizzato il funzionamento e l'organizzazione dell'Agenzia nazionale per l'amministrazione e la destinazione dei beni confiscati alla criminalità organizzata, istituita dalla legge 31 marzo 2010 n. 50.

Saranno quindi esaminati i rapporti tra le amministrazioni giudiziarie e le procedure concorsuali nei casi di crisi ed insolvenza delle aziende sequestrate.

I lavori si concluderanno con una tavola rotonda dove si dibatterà del ruolo sociale delle professioni ed in particolare del dottore commercialista quale garante dell'economica legale.

vota