Consulenza o Preventivo Gratuito

Più tasse su fiori, spezie e tabacco

del 17/09/2010
di: di Fabrizio G. Poggiani
Più tasse su fiori, spezie e tabacco
Dalla tassazione fondiaria, in qualità di attività connesse a quelle agricole, fuori la coltivazione del tabacco, delle spezie, delle piante e dei fiori in piena aria ed in colture protette, nonché la coltivazione di altri alberi da frutta, frutti di bosco e frutta in guscio.

Il decreto del ministero dell'economia e delle finanze (ItaliaOggi, 14/09/2010) ha individuato nuovi beni ottenuti con l'esercizio delle attività connesse riconducibili alla tassazione fondiaria, di cui alla lettera c), del comma 2, dell'art. 32, dpr n. 917/1986, ma ha anche sancito l'esclusione dall'elenco di taluni prodotti tipici come la produzione del tabacco, delle spezie e delle piante e dei fiori.

In effetti, il decreto in commento, al comma 1, dell'articolo 2, richiama le attività agricole individuate sulla base della classificazione delle attività «Ateco 2007», approvata con provvedimento del direttore delle Entrate del 16/11/2007, in luogo della classificazione «Ateco 2004» utilizzata per l'individuazione dei prodotti dal precedente decreto, in vigore per il triennio 2007/2009.

La conseguenza naturale è che si è riscontrata la presenza di taluni nuovi prodotti, come il pane, il vino, la grappa, il malto e la birra, ma anche l'esclusione di taluni prodotti tipici come il tabacco, le spezie, talune piante ed i fiori prodotti in piena aria o con colture protette, per effetto del richiamo generico (residuale) posto nell'ultima indicazione della tabella, avente ad oggetto la manipolazione dei prodotti derivanti dalle coltivazioni indicate nelle classi 01.11, 01.12 e 01.13.

Infatti, in detti codici nella precedente classificazione rientravano, tra le altre, la coltivazione del tabacco (oggi 01.15.00), la coltivazione di piante per la preparazione di fibre tessili (oggi 01.16.00), la coltivazione di piante da foraggio e di altre colture non permanenti (oggi 01.19.90), la riproduzione di piante (oggi 01.30.00), la raccolta di prodotti selvatici non legnosi (oggi 02.30.00), la coltivazione di fiori in piena aria (oggi 01.19.10), la coltivazione di alberi da frutta, frutti di bosco e frutta da guscio (oggi 01.25.00) e la coltivazione di spezie, piante aromatiche e farmaceutiche (oggi 01.28.00); attività che, salvi opportuni aggiustamenti legislativi e chiarimenti interpretativi, non rientrando tra i codici richiamati dalla tabella allegata per l'esercizio delle attività di manipolazione, restano escluse dalla tassazione fondiaria a decorrere dal 2010.

vota