Consulenza o Preventivo Gratuito

Pay tv, lo splitter è reato

del 06/07/2010
di: di Debora Alberici
Pay tv, lo splitter è reato
È un reato e non solo un illecito amministrativo l'utilizzo di uno splitter finalizzato alla visione, all'interno della stessa abitazione, del satellitare su più apparecchi. Lo ha stabilito la Suprema corte con la sentenza 25385 di ieri. Rinviato in Corte d'appello a Trento il ricorso della procura per contestare l'assoluzione di un uomo che vendeva apparecchi, denominati splitter, attraverso i quali era possibile la duplicazione del segnale di una smart card originale. Per il giudice l'apparato, non potendo essere utilizzato autonomamente, poichè all'occorrenza era necessaria una smart card originale, non poteva configurare il reato prospettato per l'inventore. La Corte ha invece sottolineato come l'utilizzo dello splitter, anche in un ristretto ambito familiare, «comporta un danno per l'ente che a cagione di ciò non potrà beneficiare degli introiti provenienti da ulteriori abbonamenti».
vota