Consulenza o Preventivo Gratuito

Il fisco dà una doppia proroga

del 12/06/2010
di: di Andrea Bongi
Il fisco dà una doppia proroga
Dichiarazioni fiscali 2010, è ufficiale la proroga dei versamenti di Unico e della trasmissione telematica del modello 730/2010. Per i pagamenti di Unico 2010 da parte dei contribuenti interessati dagli studi di settore lo slittamento è al 6 luglio senza maggiorazione ed al 5 agosto con la maggiorazione dello 0,40%. Per la trasmissione del modello 730/2010 il differimento è invece fissato al 12 luglio prossimo. Tutto ciò grazie a un decreto del presidente del Consiglio dei ministri, la cui firma è stata resa nota ieri dal ministero dell'economia, con il quale sono state ufficializzate le nuove date di scadenza per i versamenti relativi al modello Unico 2010 per i soggetti interessati dagli studi di settore e per la trasmissione dei modelli 730 da parte dei Caf e dei professionisti abilitati. Diverse le motivazioni che hanno indotto l'esecutivo all'ufficializzazione delle suddette proroghe. Per i versamenti di Unico 2010 sono state le operazioni di revisione congiunturale degli studi di settore ad imporre il differimento delle date di pagamento mentre per la trasmissione telematica dei modelli 7360/2010 le cause del differimento sono da ricondurre al ritardo nella consegna dei Cud/2010 da parte dei sostituti d'imposta. Per quanto attiene allo slittamento dei pagamenti di Unico 2010 è bene puntualizzare che lo stesso riguarda soltanto coloro che sono, direttamente o indirettamente, interessati dai meccanismi di calcolo degli studi di settore. Nessuno slittamento può essere quindi invocato da tutti coloro che per ragioni dimensionali o per l'esistenza di cause di esclusione o disapplicazione, non sono interessati dai meccanismi di calcolo degli studi. Lo slittamento riguarderà, così come avvenne lo scorso anno, anche i soci di società non trasparenti per i quali però il reddito imponibile della società costituisce parametro di riferimento per il calcolo dei contributi previdenziali dovuti. Esempio classico di tale ipotesi può essere costituito dai soci d'opera delle società a responsabilità limitata iscritte all'albo delle imprese artigiane. Così come lo scorso anno dunque i lavori di predisposizione dei nuovi correttivi congiunturali anticrisi hanno ritardato l'uscita di Gerico 2010 al punto tale che lo slittamento dei termini si è reso indifferibile. Da sottolineare che a tutt'oggi è ancora assente la circolare esplicativa dedicata alle novità contenute nei modelli degli studi di settore 2009 nonché all'utilizzo ed al funzionamento dei nuovi correttivi congiunturali. Assieme allo slittamento dei termini di Unico 2010 il Dpcm firmato ieri prevede anche il differimento dei termini di trasmissione del mod. 730/2010. Caf e intermediari abilitati potranno quindi disporre di qualche giorno in più, rispetto alla scadenza prefissata del 30 giugno, per l'invio telematico delle dichiarazioni di lavoratori dipendenti e pensionati.

vota