Consulenza o Preventivo Gratuito

Incentivi in negowezio da metà mese

del 02/04/2010
di: di Luigi Chiarello
Incentivi in negowezio da metà mese
Andrà in Gazzetta Ufficiale la prossima settimana (molto probabilmente martedì), ma per il decreto attuativo del dl incentivi (n. 40/2010) l'entrata a regime delle agevolazioni quasi sicuramente slitterà di una settimana. Secondo quanto risulta a ItaliaOggi, gli operatori del commercio hanno fatto formale richiesta in tal senso al ministero dello sviluppo economico. L'esigenza è chiara: i commercianti chiedono più tempo per registrarsi e per adempiere alle pratiche burocratiche necessarie. Così da garantire alla clientela il godimento dei bonus per gli acquisti. L'idea è di spostare dal 6 al 15 aprile la data in cui i clienti potranno recarsi a fare shopping agevolato in negozio. Il problema è di mera natura tecnica. Benchè il decreto interministeriale disponga, all'articolo sei, che l'entrata in vigore del provvedimento (e quindi il via libera alle agevolazioni) scatti dal giorno stesso di pubblicazione in Gazzetta Ufficiale (come detto previsto per martedì, sei aprile), il dicastero di via Veneto assicurerebbe un intervallo di tempo ulteriore agli operatori (dal sei al 14 aprile); una finestra che dovrà consentire, in vigenza di decreto, l'adempimento delle formalità burocratiche necessarie. Una volta chiusa la finestra di registrazione, gli incentivi diverranno operative all'istanze e i clienti potranno recarsi in negozio a fare acquisti agevolati. Tecnicamente, i costi legati all'avvio dell'operazione incentivi ammontano a sette milioni di euro. Quattro milioni saranno recuperati dal fondo incentivi (che al netto erogherà aiuti agli acquisti per 293 mln di euro), mentre altri tre mln di euro verranno coperti attraverso un fee imputato agli stessi operatori del commercio. Sotto forma di mini-percentuale sul venduto. Il veicolo di tutta l'operazione è Poste Italiane, che agirà da call center, da portale e da interfaccia gestore nell'erogazione degli incentivi. Le agevolazioni, lo ricordiamo, sostengono gli acquisti di cucine, motocicli, alcuni elettrodomestici, mezzi agricoli, nautica, gru per l'edilizia e macchinari industriali ad alta efficienza energetica.
vota