Consulenza o Preventivo Gratuito

Gli avvocati non possono lavorare gratis per la notorietà

del 21/06/2017
di: Redazione
Gli avvocati non possono lavorare gratis per la notorietà

Secondo la sentenza n. 390/2016 del CNF – Consiglio Nazionale Forense – pubblicata sul sito istituzionale il 17 giugno 2017, l’avvocato che chiede di lavorare gratis per avere notorietà attraverso le vicende dei suoi assistiti commette un illecito disciplinare perché trasgredisce il codice deontologico.

Nel caso specifico, non si può giustificare il lavoro gratuito di un avvocato con l’adesione alla normativa Bersani: quest’ultima consente non una pubblicità indiscriminata ma la diffusione di specifiche informazioni sull'attività, i prezzi, i contenuti e altre condizioni di offerta dei servizi professionali, per orientare razionalmente le scelte di chi si rivolge a un avvocato.

Fonte e approfondimento: www.codicedeontologico-cnf.it

vota  
SULLO STESSO ARGOMENTO
Antitrust, maxi multa al Consiglio nazionale forense

del 21/12/2015

Una sanzione da 513.000 euro inflitta dall’Antitrust al Consiglio nazionale forense per condotte res...

Avvocati: il CNF bacchetta chi si vanta troppo. 28 giugno 2016

del 28/06/2016

L’avvocato che si vanta troppo disattende il codice deontologico forense Il Consiglio Nazionale F...

Concorso assistenti giudiziari: preselezione online

del 24/04/2017

Sul sito del Ministero della Giustizia sono disponibili le 50 domande per prepararsi alla preselezio...