Consulenza o Preventivo Gratuito

Pensioni minime, è in vista un aumento

del 29/08/2016
di: Redazione
Pensioni minime, è in vista un aumento

Torna allo studio del Governo l’ipotesi di aumentare le pensioni minime.

In vista del prossimo incontro con i sindacati, il Presidente Renzi ha riproposto la possibilità di aumentare le pensioni minime attualmente pari a €500 mensili. Se la notizia può far gioire i pensionati interessati, d’altra parte il buon proposito è difficile da concretizzare.

I pensionati che ricevono la minima sono 3,5 milioni e aumentare la pensione significherebbe gravare sulle casse dello Stato, così come estendere a tutto gli €80 mensili: in entrambi i casi, si andrebbe ben oltre i 2 miliardi previsti per il pacchetto pensioni. Cosa fare?

Un’ipotesi al vaglio del Governo è distinguere tra i pensionati che ricevono la minima quelli che hanno altre entrate derivanti, per esempio, dalla reversibilità o da un certo patrimonio immobiliare. Escludere questi pensionati permetterebbe di aumentare la minima a circa 1 milione di pensionati invece che a 3,5.

Infine, due novità arrivano dall’Ape che consentirà di andare in pensione tre anni prima ai nati fra il ‘51 e il ‘53. La penalizzazione dell’assegno dovrebbe essere tra lo 0 e il 2,9% l’anno per chi è rimasto senza lavoro oppure è disabile o ne ha uno a carico. Mentre sarà più pesante, tra il 4,5% e il 6,9%, per chi sceglie volontariamente di lasciare il lavoro in anticipo

vota  
SULLO STESSO ARGOMENTO
Per metà dei parasubordinati l'assegno è un miraggio

del 29/01/2013

La pensione? Un miraggio per metà dei parasubordinati iscritti alla gestione separata. Lavorano un a...

La bomba dei contributi silenti pronta a esplodere

del 29/01/2013

È sul punto di esplodere la polveriera dei contributi «silenti», versamenti insufficienti per riceve...

Quindicenni, ok alla pensione con i requisiti previsti

del 31/01/2013

Graziate le pensioni quindicenni. Ieri, infatti, il ministero del lavoro ha dato il proprio via libe...